Contenuto sponsorizzato

Arriva dal Brennero con 27 ovuli di cocaina ed eroina nello stomaco: arrestata

La donna di 27 anni ha chiesto aiuto per un malore agli agenti di polizia. In pancia oltre tre etti di stupefacenti: in carcere

Pubblicato il - 04 maggio 2019 - 13:09

BOLZANO. Ventisette ovuli in pancia: una donna di 27 anni è finita nei guai in Alto Adige.

 

La donna, di origini nigeriane e residente in Italia, è stata soccorsa dagli agenti di polizia su un treno proveniente dal Brennero. La giovane avrebbe lamentato dolori alla zona addominale e avrebbe chiesto loro aiuto.

 

In ospedale a Vipiteno la scoperta: la 27enne avrebbe avuto nello stomaco 22 ovuli di cocaina (per un peso di circa tre etti) e cinque ovuli di eroina (per un totale di 60 grammi circa).

 

Dopo essere stata dimessa dall'ospedale la donna è stata arrestata e accompagnata in carcere a Trento, a disposizione dell'autorità giudiziaria.

 

Sarebbe questo il quarto arresto (il primo di una donna) fatto negli ultimi mesi dagli agenti del commissariato di polizia del Brennero per la pratica del trasporto in ovuli di droga.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 novembre - 19:38

Guarire dal coronavirus non garantisce l’immunità permanente, il direttore dell’azienda sanitaria: “Circa il 75% delle persone contagiate in primavera, a settembre, avevano ancora gli anticorpi che riescono a neutralizzare il virus, ma il restante 25% può ammalarsi di nuovo. Al momento non ci sono modi per distinguere chi resta protetto dagli altri, quindi anche i guariti devono continuare a rispettare le norme di isolamento e proteggersi”

24 novembre - 18:48

Il governatore trentino è tornato a ripetere la propria posizione sugli impianti sciistici. Intanto il dialogo tra la conferenza delle regioni e il governo va avanti. Fugatti cita l'Austria e chiede ristori per tutto l'indotto in caso di chiusura degli impianti

24 novembre - 18:26

Sono 143 i positivi e 14 i decessi. Stabile il rapporto contagi/tamponi che resta sotto la soglia del 10%. Aumenta il numero dei ricoveri nei normali reparti e cala quello in terapia intensiva, 176 i guariti nelle ultime 24 ore, un dato che anche oggi supera quello dei nuovi infetti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato