Contenuto sponsorizzato

M49-Papillon sempre a piede libero. La Pat: ''Segnalato sempre sul Lagorai, versante Valsugana. Il letargo si avvicina''

Il Servizio foreste e fauna fa sapere anche che in questi primi giorni del mese di novembre altre segnalazioni sono pervenute invece dalla val Calamento (sempre Lagorai, versante Valsugana). Il plantigrado in libertà dopo la fuga di metà luglio dal Casteller

Pubblicato il - 06 novembre 2019 - 18:25

TRENTO. Si avvicina il periodo del letargo per gli orsi e M49 è sempre a piede libero dopo la fuga dal recinto del Casteller nella notte tra domenica 14 e lunedì 15 luglio. 

 

Il plantigrado è stato segnalato in un paio di occasioni, fino alla fine del mese di ottobre, in alta valle del Vanoi, tra la cima d'Asta e il Lagorai dove, come già reso noto, ha effettuato anche delle predazioni su bestiame domestico.

 

Nel confermarlo, il Servizio foreste e fauna fa sapere anche che in questi primi giorni del mese di novembre altre segnalazioni sono pervenute invece dalla val Calamento (sempre Lagorai, versante Valsugana).

 

In quell'area M49 ha visitato alcune strutture casearie provocando qualche danno e rovesciando alcuni bidoni di rifiuti.

 

Il monitoraggio d il controllo degli spostamenti dell'animale continua in modo intensivo anche in quest'ultima parte della stagione. E' probabile, evidenzia la Provincia, che nell'arco di qualche settimana l'orso rallenti progressivamente la propria attività fino a fermarsi per il riposo invernale.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 29 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 settembre - 05:01

Ieri l'incontro in Quinta Commissione provinciale tra i rappresentanti del Consiglio del sistema educativo e il direttore del dipartimento prevenzione dell'Apss. Sul tavolo anche le questioni sollevate da il Dolomiti sui tempi che si allungano per sapere l'esito dei tamponi per gli studenti (e si traducono in lunghi isolamenti anche per i genitori) e i test antigenici. Ecco cosa è emerso

30 settembre - 10:00

L'amministrazione comunale ,in una nota, ha ricordato che la temperatura massima interna della casa prevista dalla legge è di 20 gradi centigradi: temperature più basse peggiorano il comfort mentre a ogni grado in più di temperatura interna dell’aria corrisponde, ovviamente, un maggior consumo di combustibile

29 settembre - 19:23

Si tratta di una studentessa del liceo sociale di Brunico che è risultata positiva al Covid-19. Né i suoi compagni, né il personale docente sono in quarantena, in quanto la ragazza nei giorni scorsi si trovava in quarantena preventiva

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato