Contenuto sponsorizzato

''Serve investire sui giovani per rigenerare quello che dà senso alla nostra comunità'', Lorenzo Dellai lancia una nuova scuola di formazione politica

L'ex presidente della Provincia  ha presentato la nuova scuola di formazione politica "Codice Sorgente. Idee Ricostruttive". Assieme a lui anche Enrico Letta. Dellai: "Un'esperienza di formazione che non ha nulla a che fare con i partiti politici ma che ha come obiettivo quello di fornire dei nuovi punti cardinali in una fase storica di profondo cambiamento"

Di Giuseppe Fin - 09 maggio 2019 - 11:08

TRENTO. Ricostruire un pensiero e una visione ma anche tornare a investire sulla responsabilità, sull'assunzione di doveri e non solo sulla rivendicazione di diritti. “Vogliamo investire sulle nuove generazioni e attraverso di loro rigenerare la nostra democrazia e la nostra comunità”, l'ex presidente della Provincia Lorenzo Dellai ha presentato ieri, assieme a Enrico Letta (Qui l'intervista), la nuova scuola di formazione politica promossa dall'associazione “Codice Sorgente. Idee Ricostruttive”.

 

Un'esperienza di formazione politica che non ha nulla a che fare con i partiti politici e che ha come obiettivo quello di fornire dei nuovi punti cardinali in una fase storica di profondo cambiamento.

 

“In questi giorni – ha spiegato Dellai - c'è una frase che mi ha molto colpito e che è stata riportata da Cristina Donei (ndr candidata in Valsugana per il centrosinistra): 'Ho letto in una casa di Moena la scritta: Accendi un lumicino e non maledire il buio'. In effetti attorno a noi c'è parecchio buio rappresentato dalle tante cose che ci preoccupano, da un insieme di paure, da una deriva non solo politica. C'è una sensazione di decadimento e di crisi delle istituzioni, della democrazia, del welfare e una crescita delle diseguaglianze. In questo buio, però, ci sono anche una sacco di luci date dalle tante persone che testimoniano valori e hanno voglia di portare il loro contributo. Queste luci noi le vogliamo vedere e accendere portando questo nostro contributo di scuola politica”.

 

Oltre a Lorenzo Dellai i promotori dell'iniziativa formativa sono Alessandro Anderle, Fabiola Andrighettoni, Alessandro Dalla Torre e Michele Kettmajer. Il progetto ha un proprio comitato scientifico che valida il percorso formativo ed i progetti finali. Tra maggio e giugno, attraverso il sito www.codicesorgente.eu (dove sono riportate tutte le informazioni) verranno raccolte le candidature dei giovani perlopiù under 35. Successivamente in classe ogni quindici giorni, il sabato dalle 9 alle 13, ci sarà il momento formativo. Gli appuntamenti saranno proposti anche online per conciliare studio e lavoro. Il costo, al momento non ancora deciso, per poter partecipare sarà comunque di un importo simbolico.

 

Verranno trattati temi importanti locali e nazionali a partire dalla storia del Trentino e della sua costituzione materiale, l'autonomia speciale, l'economia del nostro territorio ma ci saranno momenti anche di analisi su dove sta andando il nostro mondo, su populismo e popolarismo e tanto altro. Una scuola di formazione in piena regola che sarà portata avanti da esperti e personalità che testimonieranno anche la propria esperienza.

 

“Il nostro primo obiettivo – ha spiegato Dellai – è quello di offrire un'occasione di formazione ad un gruppo di giovani. Il secondo è quello di dare un contributo di idee e di pensiero per il futuro della nostra comunità e della sua Autonomia speciale della quale siamo molto orgogliosi ma percepiamo un po' di stanchezza. Abbiamo bisogno di nuove idee e di nuove pensieri”.

 

L'associazione promotrice della scuola ha al suo interno i termini “Codice sorgente” perchè “pensiamo – ha chiaro l'ex presidente della Provincia – che non sia più sufficiente fare manutenzione ma occorre andare alla fonte e tornare a ragione sugli algoritmi sociali e civili. Abbiamo bisogno di rigenerare tutto quello che dà senso alla nostra comunità”. Accanto a questo vengono usati i termini “Idee ricostruttive” perché “non basta rottamare  e demolire” ha continuato Dellai ma “serve ricostruire un pensiero e una visione tornando ad investire sulla responsabilità, sull'assunzione di doveri e non solo sulla rivendicazione di diritti”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 15:44

Da Roma arriva il via libera per procedere con la fase 2 per la sperimentazione del vaccino contro il coronavirus dell'italiana Reithera. Tra il primo gruppo di volontari sani, tra 18 e 55 anni, che si sono sottoposti all'inoculazione c’è Mirian Fadelli: “Ho deciso di farlo perché credo fortemente nella scienza e nella medicina”

30 novembre - 15:33

Nelle ultime ore le Regioni del Nord hanno avanzato un'altra proposta per cercare di far partire la stagione. L'Alto Adige sembra ora sfilarsi per preparare l'avvio dopo l'Epifania. La decisione italiana agita inoltre il settore della neve a livello europeo

30 novembre - 12:57

Il presidente del Mart Vittorio Sgarbi presenterà in conferenza stampa alla Camera un nuovo strumento tecnologico capace di fermare il virus sfruttando le particelle d'argento. "Membrana culture" è una pellicola che si può applicare alle superfici e che non necessita di interventi umani per essere sanificata. "Al museo di Rovereto la prima sperimentazione in Italia. Così i visitatori possono visitare in sicurezza"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato