Contenuto sponsorizzato

Tragedia sull'Alpe di Siusi, un escursionista perde la vita travolto da una valanga. Due feriti per una slavina a Cortina

Nella giornata di ieri, un'altra valanga di grandissime dimensioni si era staccata in val d'Ultimo, un fronte di oltre 50 metri e una lunghezza di 600 metri circa tra la cima Piccola Orecchia di Lepre e il passo Film a quota di circa 2.800 metri, salvato dopo quasi un'ora sotto la neve Fulvio Giovannini

Pubblicato il - 15 dicembre 2019 - 15:50

TRENTO. Tragedia sull'Alpe di Siusi, un escursionista è stato travolto e ucciso da una valanga.

 

Una slavina di vaste proporziono si è staccata intorno alle 12.30 e una persona è rimasta travolta.

 

Immediato l'allarme e sul posto si sono portate le unità del soccorso alpino. Le ricerche sono iniziate immediatamente e, purtroppo, le prime informazioni che davano un escursionista sotto la coltre di neve, sono state confermate.

 

Il soccorso alpino ha raggiunto l'escursionista, ma ormai non c'era più nulla fare. La macchina dei soccorsi è in azione per bonificare l'area.

 

Una valanga si è staccata anche intorno alle 13.30 a Cortina, una slavina di piccole dimensioni che però ha colpito tre persone sul monte Faloria in località Punta Nera: due sono rimasti illesi, mentre un'altra avrebbe riportato la frattura a una gamba.

 

Nella giornata di ieri, un'altra valanga di grandissime dimensioni si era staccata in val d'Ultimo, un fronte di oltre 50 metri e una lunghezza di 600 metri circa tra la cima Piccola Orecchia di Lepre e il passo Film a quota di circa 2.800 metri (Qui articolo).

 

La massa nevosa aveva travolto un gruppo di tre scialpinisti e Fulvio Giovannini di 53 anni è rimasto sepolto. In azione il pelikan e l'elicottero dell'Aiut alpin dolomites, con a bordo un'unità cinofila della Stazione del soccorso alpino della guardia di finanza di Tione.

 

Un'operazione resa complicata dalla massa imponente, ma anche dal forte vento che ha provocato cumuli di neve. Ma dopo poco i soccorsi hanno notato la presenza di uno sci sbucare dalla slavina. Giunti sul posto i soccorritori hanno iniziato a scavare per estrarre lo scialpinista sepolto.

 

E' rimasto sotto la neve per circa 53 minuti, ma fortunatamente Giovannini è stato trovato cosciente e in buone condizioni, anche se in stato di ipotermia

 

QUI AGGIORNAMENTO

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 ottobre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
26 ottobre - 19:35
Il problema dell'anomala usura delle ruote dei treni sulla linea della Valsugana riscontrato circa 2 mesi fa si è risolto da solo. Roberto [...]
Cronaca
26 ottobre - 20:01
Trovati 56 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Registrate 14 guarigioni. Sono 13 i pazienti in ospedale, di cui 2 ricoverati in terapia [...]
Politica
26 ottobre - 18:51
La proposta dell’impresa Mak, le rassicurazioni di Fugatti smentite da vecchie mail, sono tanti i dubbi attorno al progetto per il nuovo ospedale [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato