Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, 65 positivi nel Bellunese. ''Focolai a cerchi concentrici'' tra Cadore, Ampezzano e Comelico. Chiuso il convitto maschile all'alberghiero di Longarone

All’alberghiero di Longarone essendo stata riscontrata una ulteriore positività tra uno studente e una in un insegnante, è stata posta in quarantena la classe

Pubblicato il - 07 ottobre 2020 - 19:23

BELLUNO. E' stato definito un ''focolaio a cerchi concentrici'' quello che dal Comelico si è esteso al Cadore e all'Ampezzano e che oggi è arrivato a contare ben 50 nuovi positivi in 24 ore. A spiegarlo il direttore generale dell'Ulss 1 Dolomiti Adriano Rasi Caldogno che nel riferire i nuovi contagi odierni (65 in totale) ha spiegato nel dettaglio cosa sta succedendo.  

 

''Nelle ultime 24 ore sono emerse 65 nuove positività - ha comunicato il dg dell'Ulss 1 - di cui 12 riferite ai tre noti comuni del Comelico e 38 ad altri Comuni vicini del Cadore e dell’Ampezzano, definendo pertanto un focolaio a cerchi concentrici. Le molte positività riportate derivano dall’intensificazione dei test eseguiti su contatti di caso identificati mediante contact tracing accurato, per buona parte asintomatici o paucisintoatici, già quarantenati''.

I ricoveri al San Martino di Belluno sono stabili e per fortuna al momento non si segnala nessun paziente in area critica. ''In seguito all’effettuazione di tamponi per la verifica dei contatti di due casi positivi all’alberghiero di Longarone - ha aggiunto Rasi Caldogno - essendo stata riscontrata una ulteriore positività tra uno studente e una in un insegnante, è stata posta in quarantena la classe e chiuso il convitto maschile annesso''.

In questi giorni il Laboratorio di Microbiologia del San Martino sta refertando circa 1.000 tamponi molecolari al giorno. E’ stato attivato, quindi, un supporto per la lettura dei test all’Azienda Ospedaliera di Padova.
Tamponi per i sintomatici frequentanti la scuola
Da oggi tutti i drive-in tamponi per soggetti sintomatici frequentanti la scuola utilizzano i test antigenici rapidi.

 

Si ricordano sedi e orari:
Belluno – Via Meassa Sagrogna - tutti i giorni - dalle 8.30 alle 12.30.
Feltre – Borgo Ruga, 34 (accesso da via Panoramica) - tutti i giorni - dalle 8.30 alle 12.30.
Caprile – Piazzale parco giochi - lunedì, mercoledì, venerdì – dalle 17.00 alle 19.00
Tai di Cadore- Piazzale Dolomiti - martedì, giovedì, sabato – dalle 17.00 alle 19.00

 

Dal 14 settembre ad oggi sono stati eseguiti oltre 4.150 tamponi a bambini, ragazzi e adulti frequentanti la scuola.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 gennaio - 10:39

Dopo ore di attesa, con trattative serrate tra le autorità sanitarie di Roma e di Milano sulla colorazione della Lombardia, sono state grosso modo confermate le classificazioni della scorsa settimana. Trentino ancora giallo, Alto Adige rosso. A cambiare sono solo 2 regioni

23 gennaio - 11:58

Nel bollettino sulla situazione Coronavirus in Alto Adige si registrano 552 nuovi positivi e 3 decessi. Rispetto alla giornata di venerdì cala lievemente l'indice contagi/tamponi così come il numero di ricoveri nei normali reparti. Si attende la decisione di Bolzano sulla conferma della classificazione "rossa" decisa da Roma

23 gennaio - 05:01

Ispra suggerisce un deciso cambio di rotta nella gestione dei plantigradi fin qui messa in campo dal Trentino: “Essenziale e necessaria una migliore e più trasparente rendicontazione da parte della Pat di tutti gli episodi potenzialmente critici”. Per gli esperti la prevenzione è più efficace di dissuasioni e abbattimenti: “Spesso comportamenti potenzialmente pericolosi possono emergere negli orsi come conseguenza di comportamenti umani non adeguati”

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato