Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, assembramenti e poche mascherine in val di Fassa, le autorità: ''Chiediamo attenzione, in campo operatori specifici per far rispettare le regole''

Dopo l'articolo de Il Dolomiti sulle tantissime persone alla partenza delle navette che portano in val Duron, così come la lunghissima la coda per prendere l'impianto del Col Rodella e arrivare in quota la presa di posizione delle autorità. Ruggiero: "Aggiornato la pianificazione per intervenire. Oggi la viabilità è andata in tilt e ci siamo dovuti concentrare nella gestione del traffico". Il sindaco di Campitello: "Fondamentale essere veloci nel trovare soluzioni"

Di Luca Andreazza - 19 agosto 2020 - 16:50

CAMPITELLO DI FASSA. "L'enorme afflusso di turisti ha mandato in tilt la viabilità in valle e quindi ci siamo dovuti concentrare sulla gestione del traffico che è andato in tilt", queste le parole di Gianluca Ruggiero, comandante della polizia locale val di Fassa, che aggiunge: "Ma da domani si aggiorna la pianificazione, abbiamo potenziato rapidamente l'organico per risolvere questa criticità".

 

Tantissime oggi le persone alla partenza delle navette che portano in val Duron, così come lunghissima la coda per prendere l'impianto del Col Rodella e arrivare in quota. Un assembramento in piena regola, distanziamento praticamente azzerato e pochissime mascherine, se indossata si trova sotto il mento oppure all'altezza del braccio, quindi decisamente inutili (Qui articolo).

 

Una situazione difficile da sostenere come riportato da Il Dolomiti e sono già state prese le contromisure per riuscire a gestire questa grande affluenza di turisti. "La gestione territoriale è difficile in questi momenti - aggiunge il comandante della polizia - complicato prevedere a priori una tale fruizione dei servizi presenti in valle. E' già stata diramata una comunicazione agli operatori per ricordare di far rispettare le regole ma la decisione con le amministrazioni comunali è quella di potenziare la presenza degli agenti".

 

Sono due gli agenti che vengono indirizzati tra la partenza navette e la seggiovia del Rodella per garantire il rispetto delle regole per fronteggiare il diffondersi del coronavirus. "La sicurezza è fondamentale - conclude Ruggiero - interveniamo a favore dei lavoratori, dei residenti e dei turisti. Abbiamo anche già preso accordi con la società impianti per rafforzare la presenza degli addetti e gestire nel migliore dei modi le code".

 

E' chiaro che se le persone non prestano attenzione a seguire le regole di base in questo periodo così complicati, l'amministrazione e le forze di polizia si trovano costrette a dover intervenire per cercare di limitare i disagi e far rispettare le norme. "Siamo ovviamente felici per la presenza di turisti che scelgono le nostre aree per una vacanza o un'escursione - dice Ivo Bernard, sindaco di Campitello di Fassa - ma è fondamentale essere veloci nel risolvere il problema. Appena abbiamo compreso la portata della situazione, ci siamo subito attivati per trovare una soluzione e da domani la gestione viene potenziata per garantire la sicurezza a tutti".

 

Una situazione comunque che sembra abbastanza generalizzata sulle montagne. Lunghe code alla partenza impianti e per prendere le navette anche sull'Alpe di Siusi (Qui video). Anche in questo caso poche mascherine e distanziamento praticamente assente. Stesso copione visto al lago di Braies (Qui articolo) e quello di Sorapiss nel bellunese. E ancora il Sass de Stria: un lunghissimo serpentone di persone (Qui articolo). Stesso copione per il ponte tibetano della Val di Rabbi (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
20 aprile - 20:52
Emergono le prime misure contenute nella bozza del prossimo decreto legge per fronteggiare l'emergenza Covid. Alcune modifiche potrebbero [...]
Cronaca
20 aprile - 20:27
Trovati 85 positivi, comunicati 4 decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 145 guarigioni. Sono 1.278 i casi attivi sul territorio [...]
Cronaca
20 aprile - 19:46
La diminuzione dei contagi consente una rimodulazione all’interno delle strutture sanitarie provinciali, con la possibilità per Borgo e Tione di [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato