Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, c'è un nuovo focolaio nella casa di riposo di Grigno. Ruscitti: ''Stiamo cercando di gestire la situazione''

Nei giorni scorsi a destare molta preoccupazione erano i casi individuati in una casa di religiose anziane a Telve. La situazione nelle Rsa è monitorata quotidianamente 

Di GF - 20 November 2020 - 19:48

GRIGNO. C'è un nuovo focolaio a Grigno e che riguarda, purtroppo, ancora una volta una casa di riposo. A confermarlo è il dirigente Giancarlo Ruscitti, dirigente del Dipartimento Salute e Politiche sociali della Provincia di Trento.

 

Rispetto a questa situazione non sono però stati forniti dati. “Abbiamo alcuni operatori – ha spiegato Ruscitti – che sono risultati positivi e dai controlli effettuati e l'analisi epidemiologica ne è risultato un focolaio a Grigno che stiamo però gestendo”. 

 

La situazione nelle case di riposo trentine è monitorata quotidianamente. A preoccupare appena tre giorni fa è stato un altro focolaio Covid a Telve che aveva fatto schizzare i contagi ad oltre il 3 %. Si tratta della casa di riposo delle suore di Maria Bambina che ospita delle religiose anziane. In questo caso in 62 erano risultate positive.

 

La maggior parte dei positivi era risultata asintomatica ma l'età avanzata dei pazienti desta ancora oggi molta preoccupazione.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 January - 19:26

Sono 332 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 47 pazienti sono in terapia intensiva e 46 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 4 decessi di cui 3 in ospedale

17 January - 19:26

Mentre ci sono territori che vedono confermata in toto la loro fornitura il Trentino dimezza i suoi numeri. L'assessora: ''La campagna di vaccinazioni anti Covid in Trentino va avanti come previsto, per lo meno nell’immediato''. Domani il richiamo per i primi vaccinati del 27 dicembre

17 January - 21:08

I sindacati intervengono dopo che la Provincia a trazione leghista è uscita nuovamente sconfitta in tribunale per quanto riguarda il criterio di almeno 10 anni di residenza per accedere alle case Itea. Grosselli, Bezzi e Alotti: "Solo una Giunta come quella trentina poteva concepire una misura così indegna. La Pat disapplichi la norma o dovranno pagare la sanzione di tasca propria"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato