Contenuto sponsorizzato

Coronavirus in Trentino, un decesso a Riva del Garda e 4 contagi a Cembra-Lisignago. I casi Comune per Comune

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati altri 20 positivi, 8 sono le persone sintomatiche e c'è anche un minorenne. Sono 11 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 2 cittadini si trovano in alta intensità

Di Luca Andreazza - 28 settembre 2020 - 19:51

TRENTO. Ci sono 6.564 casi e 471 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 208 tamponi, 20 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 9,6% (Qui articolo). 

 

Purtroppo c'è un morto con Covid-19. Il decesso è stato registrato a Riva del Garda, la diciassettesima vittima nel centro abitato lacustre. I numeri del contagio continuano a essere importanti: 93 casi solo nel week end tra sabato 26 e domenica 27 settembre.

 

E' un settembre difficile sul fronte dei contagi in Trentino Alto Adige. E la fotografia è emersa anche dal report dell'Istituto superiore di sanità e del ministero per quanto riguarda la settimana dal 14 al 20 settembre: il territorio provinciale presenta i dati peggiori in Italia (Qui articolo). 

 

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati altri 20 positivi, 8 sono le persone sintomatiche e c'è anche un minorenne. Sono 11 i pazienti che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero, nessun si trova in terapia intensiva ma 2 cittadini si trovano in alta intensità. Sono 5.470 i guariti da inizio emergenza e 623 gli attuali positivi.

 

Nel rapporto odierno, lunedì 28 settembre, si specifica che ci sono ancora collegamenti con i cluster noti in particolare 2 contagi nella filiera alimentare. Da rilevare che sono stati fatti 157 tamponi nel solo settore della raccolta frutta, con nessun caso positivo emerso: sono finora 87 i contagi in questo ambito dall'avvio dello screening.

 

Nel pomeriggio in Provincia, i rappresentanti della Giunta hanno convocato la task force per un ulteriore aggiornamento sulle strategie diagnostiche e sulla situazione Covid nelle scuole: risultano in quarantena una quindicina di classi mentre altre 6 hanno terminato il periodo di isolamento dopo che erano stati individuati casi positivi tra alunni.

 

Ci sono 5 contagi a Trento che si porta a quota 976 casi da inizio epidemia, mentre sono 4 i positivi a Cembra-Lisignago (22 casi).

 

E ancora 1 positivo a Rovereto (316 casi), Lavis (151 casi), Mezzocorona (97 casi) e Mori (59 casi), Madruzzo (27 casi), Giovo (23 casi), Villa Lagarina (13 casi), Segonzano (9 casi) e Livo (7 casi). Sono 2 i casi ancora da assegnare. 

 

Tassi di contagio. A Pellizzano è stato contagiato l'8% della popolazione, mentre a Pieve di Bono-Prezzo il 6,9%, segue Borgo Chiese a 6,6%. Poi Campitello di Fassa (6,2%), Bleggio Superiore (5,1%), Canazei (5%), Vermiglio (4,3%) e Mazzin (3,4%), Ledro (3,3%), Canal San Bovo e Predazzo (3%), Valdaone, Nomi Storo (2,8%), SpiazzoCavedago e San Giovanni (2,6%). 

 

E ancora Sella Giudicarie e Castello-Molina di Fiemme (2,5%), Pinzolo Drena (2,4%), Caderzone, Soraga, Castel Condino e Giustino (2,3%), Arco (2,2%), Cavedine e Cavalese (2,1%), DroTione e Bondone (2%). Il tasso a livello provinciale è di poco superiore all'1%. A Trento si registra 0,82%, Rovereto a 0,78%, Riva del Garda a 1% e Pergine a 1,3%.

 

Come anticipato, c'è un decesso e il totale sale quindi a 471 morti legati a Covid-19 in questa epidemia. A Trento sono state 48 le vittime da inizio emergenza, 34 a Pergine Arco, 31 a Rovereto, 30 a Ledro. Sono 20 i morti a Predazzo, 17 a Riva del Garda, 16 a Dro Mezzolombardo e 13 a Cavedine Pieve di Bono-Prezzo, 12 a Pellizzano, 11 a Lavis, 10 a Borgo Chiese Nomi.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 ottobre - 05:01

Le incertezze sono enormi e probabilmente tutto resta sul tavolo, un vertice di presidente e assessore per riconoscere l'autonomia decisionale dei territori. L'unico contributo della Provincia è quello di impostare un protocollo sanitario che stabilisca le modalità di organizzazione degli eventi da firmare

22 ottobre - 19:56

Sono stati, purtroppo, comunicati 3 decessi tra Trento, Baselga di Pinè e Ville d'Anaunia: 17 morti in 13 giorni e 18 vittime in questa seconda ondata di Covid-19. Il bilancio complessivo è di 7.649 casi e 488 decessi in Trentino da inizio emergenza

22 ottobre - 18:32

Il presidente della Provincia di Trento è parso ancora ottimista anche se rispetto a qualche giorno fa ha ammesso che qualche preoccupazione c'è. Ma sui ''pochi'' contagi nelle scuole (che pure in pochi giorni hanno raddoppiato le classi in quarantena) la responsabilità ha spiegato che è delle attività extrascolastiche: ''Questo è un tema. Stiamo riflettendo con l'Apss''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato