Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, l'allarme dei sindacati: ''Stop alla corsa ai supermercati, i lavoratori hanno paura''. Si teme il fine settimana

C’è il timore che domenica i punti vendita vengano ancor più presi d’assalto. Questa mattina in un punto vendita di Rovereto o sciopero dei dipendente e l'arrivo delle forze dell'ordine 

Foto archivio
Pubblicato il - 13 marzo 2020 - 15:47

TRENTO. “Si fermi la corsa agli acquisti” è questo l'appello che è arrivato quest'oggi dai sindacati dopo aver raccolto le preoccupazioni di numerosi dipendenti di supermercati dove “non si rispettano le limitazioni per ridurre il rischio di contagio”.

 

I sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs fanno proprio l’invito a evitare corse inutili all’acquisto. “Non c’è nessuna necessità di accaparrarsi generi alimentari né i supermercati sono parchi gioco in cui trascorrere il tempo – incalzano -. Bisogna stare a casa e bisogna tutelare la salute dei lavoratori e delle loro famiglie”.

La preoccupazione cresce in vista del fine settimana. C’è il timore che domenica i punti vendita vengano ancor più presi d’assalto. “La prioritaria deve essere la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro per tutti i dipendenti del settore alimentare e delle farmacie impegnati pesantemente in questo momento di estrema difficoltà per tutta la nazione. I lavoratori si stanno già facendo carico di turni massacranti e hanno paura. Si valutino a questo punto modalità che permettano di operare in tranquillità riducendo ove possibile turnistiche e valutando come opportune anche le chiusure domenicali coordinate tra punti vendita così come chiesto anche da Confcommercio a livello nazionale. Si dia ai lavoratori la possibilità di tirare il fiato e di abbassare la tensione”, concludono i sindacalisti.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.21 del 23 Ottobre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

24 ottobre - 11:55

Dopo le affermazioni di papa Francesco sulle famiglie omosessuali, il mondo cattolico si interroga, tra gli attacchi dei più conservatori e le tante attestazioni di approvazione. Don Marcello Farina: "Parole bellissime. Come cristiani non abbiamo il diritto di imporre agli altri il nostro modo di vivere. La cosa che conta di più è il rispetto per le persone"

24 ottobre - 11:31

Il bilancio resta a 296 morti, mentre i contagi salgono a 6.095 casi da inizio epidemia. Ci sono 102 pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri e 31 quelli nelle strutture, mentre sono 12 le persone che ricorrono alla terapia intensiva. Sono 32 i cittadini in isolamento nella struttura di Colle Isarco

24 ottobre - 12:29
L'allerta è scattata intorno a mezzogiorno di oggi, sabato 24 ottobre, lungo la strada statale 45bis della Gardesana. In azione la macchina dei soccorsi
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato