Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, si mantiene alta l'attenzione. Chiesto l'aiuto dei mediatori culturali dell'Associazione Cinese Trentino

Il Ministero della Salute ha attivato il numero di pubblica utilità gratuito: 1500. Oltre a questo le informazioni utili sull'infezione da Coronavirus si possono trovare sul sito dedicato del Ministero della Salute: http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus

Pubblicato il - 30 gennaio 2020 - 17:21

TRENTO. Continua ad essere alta l'attenzione anche in Trentino per quanto riguarda l'emergenza Coronavirus. Il lavoro iniziato nei giorni scorsi dalla task force, istituita a seguito delle indicazione del Ministero della Salute, sta andando avanti.

Dopo il briefing in videoconferenza nazionale con gli esperti dell'Istituto Superiore di Sanità e del Ministero, oggi si è tenuto un incontro formativo rivolto ad alcuni mediatori culturali dell'Associazione Cinese Trentino. L'obiettivo, infatti, è la predisposizione di un numero dedicato che l'Azienda provinciale per i Servizi sanitari attiverà nelle prossime ore al quale risponderanno i mediatori culturali cinesi con informazioni e dettagli per i propri concittadini.
 

Il Ministero della Salute ha attivato il numero di pubblica utilità gratuito: 1500. Oltre a questo le informazioni utili sull'infezione da Coronavirus si possono trovare sul sito dedicato del Ministero della Salute: http://www.salute.gov.it/nuovocoronavirus.

 

Fra le indicazioni generali per ridurre l'esposizione e la trasmissione di una serie di malattie respiratorie vi sono il mantenimento dell'igiene delle mani (lavare spesso le mani con acqua e sapone o con soluzioni alcoliche) e delle vie respiratorie (starnutire o tossire in un fazzoletto o con il gomito flesso, utilizzare una mascherina e gettare i fazzoletti utilizzati in un cestino chiuso immediatamente dopo l'uso e lavare le mani).

Inoltre se nelle due settimane successive al ritorno da aree a rischio si dovessero presentare sintomi respiratori (febbre, tosse secca, mal di gola, difficoltà respiratorie) a scopo precauzionale bisogna: contattare il numero telefonico gratuito del Ministero della Salute 1500, indossare una maschera chirurgica se si è in contatto con altre persone, utilizzare fazzoletti usa e getta e lavarsi le mani regolarmente.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 ottobre - 19:49

Purtroppo si registra anche un nuovo positivo a Cembra Lisignago dove si era sviluppato il più grosso focolaio legato alla popolazione residente che ha un rapporto dell'0,85% di positivi per residenti. Dato più alto nel comune vicino, ad Altavalle (1% di popolazione positiva). Altri tre comuni sopra lo 0,75%

21 ottobre - 20:14

La notizia è stata battuta da Reuters e ripresa in tutto il mondo. Il fatto sarebbe avvenuto in Brasile e la conferma arriva dall'Università di San Paolo

21 ottobre - 17:39

Tra i nuovi positivi, 71 presentano sintomi, 13 casi riguardano minorenni, dei quali 2 contagiati sono nella fascia di età 0-5 anni e altri 11 ragazzi si collocano nella fascia 6-15 anni, mentre 13 infezioni riguardano over 70 anni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato