Contenuto sponsorizzato

Emergenza Coronavirus, in Trentino arriva un vademecum su igiene e profilassi per la comunità cinese. In preparazione protocolli sanitari per medici e pediatri

Oggi prima riunione della task forse convocata dalla Provincia. Contatti con il ministero per verificare la situazione nazionale e l'andamento dell'emergenza

Pubblicato il - 28 gennaio 2020 - 16:24

TRENTO. Vademecum su igiene e profilassi tradotti in cinese e consegnati ai vari iscritti dell'Associazione Cinese Trentino. Questa una delle iniziative che verranno messe in campo da Provincia e Azienda provinciale per i servizi sanitari per l'emergenza Coronavirus.

 

Oggi si è riunita per la prima volta la task force convocata dall'assessore provinciale alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia Stefania Segnana. Il gruppo di lavoro trentino, che fa seguito alle linee di indirizzo per le Regioni e le Province autonome emanate dal Ministero della Salute il 22 gennaio scorso e al tavolo ministeriale convocato il 25 gennaio, è coordinato dal dirigente generale del Dipartimento salute e politiche sociali Giancarlo Ruscitti.
 

La task force è già al lavoro per predisporre alcuni protocolli sanitari, fra cui uno informativo diretto agli operatori dell'Azienda provinciale per i Servizi sanitari e un altro per i medici di medicina generale, i pediatri di libera scelta e i medici di continuità assistenziale (ex guardie mediche).

 

"Si tratta di una malattia contagiosa ma con una mortalità molto bassa, intorno al 2/3% - spiega l'assessore Segnana - i cui sintomi sono molto simili a quelli dell'influenza, malattia che in questi giorni sta raggiungendo il suo culmine, con una elevata percentuale di influenzati. Per questo valgono le raccomandazioni generali, come quella di lavarsi spesso le mani”.

 

La task force è stata istituita seguendo l'indicazione del Ministero per la salute che è in continuo contatto la Provincia per monitorare ciò che accade a livello nazionale e, soprattutto per scambiare informazioni. “L'incontro di oggi serve proprio a confrontarci e a disporre un'informativa alla popolazione e agli operatori sanitari del territorio, per fornire via via informazioni corrette ed essere preparati per ogni necessità”.

 

Va segnalato che in Trentino la grande maggioranza dei cinesi risulta iscritta al Sistema Sanitario, pertanto controlli e corretta informazione potranno avvenire tramite i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 14 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Ambiente
15 aprile - 06:01
Nel 2015, in Trentino, era stato avviato un progetto innovativo basato su un sistema intelligente che puntava a evitare che gli orsi si [...]
Cronaca
15 aprile - 08:33
A provocare l'incendio il guasto di un freno. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Bressanone 
Cronaca
15 aprile - 07:52
Aveva 56 anni e lavorava nella malga Basson di Sotto a circa 1400 metri a poca distanza da passo Vezzena. L'uomo, secondo le prime informazioni, è [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato