Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, timori per il weekend. L'appello dei sindaci a turisti e proprietari di seconde case: ''State a casa, vi aspettiamo a braccia aperte per l'estate''

Sono diversi i sindaci, sia trentini che bellunesi, che nelle ultime ore stanno utilizzando anche i social per rivolgere un appello a turisti e proprietari di seconde case affinché rispettino i decreti per l'emergenza coronavirus e non si mettano in viaggio per raggiungere le zone zone di montagna 

Pubblicato il - 14 marzo 2020 - 09:54

TRENTO. Continuano gli appelli da parte dei sindaci trentini nei confronti di turisti e proprietari di seconde case che, ignorando i decreti emanati nei giorni scorsi che limitano gli spostamenti della popolazione a rigorose ragioni di lavoro o di necessità, escludendo soggiorni turistici, escursioni in montagna e trasferte domenicali, hanno deciso comunque di arrivare in Trentino.

 

A lanciare l'allarme sono diversi primi cittadini trentini e bellunesi a partire dal sindaco di Tre Ville-Madonna di Campiglio, Matteo Leonardi, alla sindaca di Tesero Elena Ceschini fino ad arrivare al videomessaggio della sindaca di Auronzo Tatiana Pais Becher.

 

Negli ultimi giorni – ha spiegato la sindaca di Tesero - mi sono pervenute numerose segnalazioni da parte dei miei concittadini di arrivi di proprietari di seconde case nel territorio comunale. Turisti con proprietà sparse nel nostro Comune che, eludendo le disposizioni del Governo, hanno pensato di spostarsi dalle città di residenza per trascorrere in montagna alcuni giorni, quasi si trattasse di una vacanza”.

 

Vista la gravità dell’emergenza sanitaria che tutta la nazione sta vivendo, ha spiegato in una nota rivolgendosi alle persone non residenti “sono a lanciare un appello alla responsabilità invitandovi caldamente a non mettervi in viaggio per raggiungere il nostro comune, nel rispetto della normativa. Tale richiesta ha come fine quello di tutelare la salute dei miei concittadini e la vostra, e di evitare che un aggravio di persone possa compromettere il funzionamento delle strutture ospedaliere locali preposte alla gestione dell’emergenza”.

 

Un appello, quindi, al senso civico delle persone, “certa che tutti voi – spiega - siate consapevoli dello stato di particolare crisi che il Paese sta vivendo” e conclude “Il Comune di Tesero vi aspetta a braccia aperte per la stagione estiva, non appena questo infelice momento sarà trascorso”

 

Stesso appello è arrivato anche da Tatiana Pais Becher sindaca di Auronzo che ha utilizzato un video su Facebook per esprimere la propria preoccupazione. A turisti e a chi ha seconde case sul territorio di Auronzo dice “Vi invito a non mettervi in viaggio, a non raggiungere vostre seconde case e a rispettare il decreto. La situazione è molto grave e preoccupante”. E continua “Anche se le nostre Dolomiti non sono state mai così belle chiedo davvero di non pensare di trascorrere il prossimo weekend l'aria aperta”. Sui territori la polizia municipale organizzerà dei controlli capillari per individuare eventuali trasgressori.

 

Qui il video

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

28 ottobre - 20:06

Il Partito democratico: "Quello che ci dispiace è che in un momento così delicato come quello che stiamo attraversando Fugatti agisca in modo propagandistico invece che responsabile". I sindacati: "L'aspetto più grave è che saranno le imprese e i lavoratori a pagare le conseguenze di questa situazione di totale indeterminatezza"

28 ottobre - 20:47

La serrata francese scatta da giovedì 29 ottobre al 1 dicembre. Solo oggi sono stati registrati 69.854 nuovi casi, 767 decessi, 2.821 ricoveri e 372 in terapia intensiva. Forte crescita dei contagi anche in Germania, un mese di "lockdown soft"

28 ottobre - 18:46

Nelle ultime 24 ore sono stati trovati 191 positivi a fronte dell'analisi di 2.761 tamponi molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 6,9%. Tra i nuovi contagiati, 128 persone presentano sintomi, circa il 67% dei positivi totali. Sono 116 le classi in isolamento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato