Contenuto sponsorizzato

Il lockdown blocca il matrimonio e le dita intanto si ingrossano. La sposa vuole restituire l'anello e litiga con la commessa. Deve intervenire la polizia

E' successo mercoledì 17 giugno a Trento quando la volante è stata allertata per un'accesa discussione tra la commessa dell'esercizio commerciale e due clienti. La donna si è messa a provare l'anello anche davanti agli agenti per dimostrare i fatti

Pubblicato il - 20 giugno 2020 - 12:54

TRENTO. Intervento particolare per la polizia chiamata per un litigio all'interno di una gioielleria trentina. Nessun furto o rapida, ma una coppia che voleva restituire le fedi acquistate qualche mese prima e che non andavano più bene. 

 

E' successo mercoledì 17 giugno a Trento quando la volante è stata allertata per un'accesa discussione tra la commessa dell'esercizio commerciale e due clienti. 

 

Un litigio molto forte e solo l'arrivo degli agenti ha riportato la calma. Una lite nata dopo l'acquisto delle fedi nuziali per il matrimonio che la cliente avrebbe dovuto celebrare all'inizio dell'anno.

 

La coppia sarebbe dovuta convolare a nozze nei mesi scorsi, ma tutto è stato bloccato dal lockdown e dalle limitazioni per fronteggiare la diffusione dell'epidemia coronavirus.

 

I clienti avrebbero voluto restituire le fedi in quanto le dita si erano ingrossate e il diametro non era più adeguato per superare la misura presa a suo tempo.

 

C'è stata anche la prova davanti alla polizia per dimostrare l'evidenza dei fatti: la futura sposa ha, infatti, infilato l'anello con non poca difficoltà e quindi con altrettanta fatica l'ha rimosso. Insomma, qualcosa durante il lockdown era cambiato. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 28 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

29 settembre - 20:54
L'esecutivo comunale è composto da 4 donne: 2 in quota Partito democratico, una rappresentante per Azione-Unione e Insieme. Il primo cittadino, Franco Ianeselli, ha delineato la Giunta a palazzo Thun chiamata a guidare Trento per i prossimi 5 anni: "Lavoriamo per la città in un'ottica di sostenibilità ecologica, economica, sociale e istituzionale"
29 settembre - 19:46

Sono 25 fino a questo momento le classi messe in quarantena perché sono stati riscontrati alunni positivi, ma 9 di queste hanno già terminato il periodo di isolamento mentre le altre 16 dovrebbero concludere questa misura tra pochi giorni

29 settembre - 20:36

L’assessore all’istruzione parla di “discriminazione ai danni dei nostri cittadini” ma l’unica ad aver discriminato qualcuno è la Provincia di Trento, così come stabilito da un giudice. Se un tribunale, di fronte a un ricorso di un cittadino, applica le leggi la colpa non è sua ma di quella Giunta incapace di scrivere un provvedimento degno di questo nome

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato