Contenuto sponsorizzato

Mercatini, incontro-scontro tra Carollo e Giacomoni, il dj mette le mani addosso al comandante della polizia locale? Il sindaco: ''Tutto affidato all'avvocatura''

L'episodio sarebbe avvenuto nella giornata di mercoledì 27 maggio e in agenda c'era un incontro per discutere sulla disponibilità delle piazze per alcuni eventi. Il dj roveretano vorrebbe organizzare i Mercatini di autunno e Natale tra piazza Fiera e piazza Battisti a Trento, ma gli spazi non sarebbero stati concessi

Di Luca Andreazza - 28 maggio 2020 - 23:41

TRENTO. "Naturalmente c'è la massima solidarietà dell'amministrazione comunale verso il comandante della polizia locale per quanto avvenuto". Così il sindaco Alessandro Andreatta sull'incontro tra Agostino Carollo e Lino Giacomoni che sarebbe finito male.

 

Il noto dj e organizzatore di eventi avrebbe messo le mani addosso al comandante della polizia locale di Trento. "Sono a conoscenza di quanto avvenuto. Ho sentito il dirigente e il comandante - dice il primo cittadino di Trento - adesso sarà l'avvocatura a definire i passi successivi e come procedere una volta definita la questione". 

 

L'episodio sarebbe avvenuto nella giornata di mercoledì 27 maggio e in agenda c'era un incontro per discutere sulla disponibilità delle piazze per il prossimo autunno. Il dj roveretano vorrebbe organizzare i Mercatini di autunno e Natale tra piazza Fiera e piazza Battisti a Trento, ma gli spazi non sarebbero stati concessi. 

 

Un diniego delle autorità dettato da diverse motivazioni: le incognite legate all'emergenza Covid-19 in corso e quindi procedure sospese, ma anche la concomitante richiesta già presentata dall'Azienda per il turismo Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi per organizzare i Mercatini di Natale

 

Un nodo, piuttosto dirimente, è poi quello per le sentenze del Tar sulle querelle innescata l'anno scorso tra il titolare della Everness da una parte, il Comune e l'Apt del capoluogo dall'altra. Un provvedimento fondamentale per la definitiva assegnazione delle piazze anche se nel frattempo le rispettive macchine organizzative sono partite per avviare gli iter di una manifestazione comunque complessa. 

 

L'organizzatore roveretano ha già fatto partire diverse e-mail, ci sarebbero già 50 potenziali iscritti e le domande per partecipare scadono il 31 maggio, mentre l'Azienda per il turismo si è mossa attraverso una manifestazione di interesse per raccogliere le pre-adesioni alla kermesse natalizia e intanto non impegnare economicamente gli operatori e gli esercenti intenzionati a prendere parte all'evento. 

 

Nelle scorse ore si è tenuta una riunione tra Carollo e il comandante della polizia locale per comprendere l'iter e cercare di sbloccare l'assegnazione delle piazze. Le risposte, però, non sarebbero state gradite dal dj e Giacomoni a quel punto sarebbe stato aggredito dall'organizzatore roveretano. Fortunatamente, le ferite non sarebbero gravi, mentre l'amministrazione comunale pianifica come procedere.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 novembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 novembre - 19:50

Sono 462 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 41 pazienti sono in terapia intensiva e 55 in alta intensità. Sono stati trovati 179 positivi a fronte dell'analisi di 3.403 tamponi​ molecolari per un rapporto contagi/tamponi al 5,3%

25 novembre - 16:18

Nuovo corso e anche nuova sede: terminati i lavori di ristrutturazione, Palazzo Consolati ha aperto le sue porte agli studenti e alle studentesse che da poche settimane hanno iniziato a frequentare le lezioni. Oggi, mercoledì 25 novembre, in una cerimonia e conferenza stampa online è stato inaugurato il corso di Medicina e Chirurgia dell'Università di Trento

25 novembre - 19:33

Il Comune di Grigno vuole offrire la possibilità a tutti i 2200 abitanti di fare il tampone, ora si attente il via libera della Provincia. Il sindaco Voltolini: “Abbiamo già uno spazio e la disponibilità di medici e infermieri volontari, basta che ci mandino i test necessari. Lo screening di massa? Strumento fondamentale per la gestione della pandemia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato