Contenuto sponsorizzato

Un mini cannone sparaneve per sanificare le cabinovie, l'idea di un'azienda altoatesina

E' già pronto all'uso, si tratta di un mini cannone sparaneve che può essere utilizzato nei vari impianti e consente di disinfettare in maniera uniforme le varie cabine 

Pubblicato il - 13 ottobre 2020 - 12:40

BOLZANO. Una sorta di mini cannone sparaneve per sanificare le cabinovie degli impianti sciistici. E' il nuovo sistema che ha pensato un'azienda di Vipiteno.

 

Nei giorni scorsi è arrivata la neve e in molti hanno già iniziato a rispolverare le proprie attrezzature da sci per la nuova stagione invernale. Quest'anno però, la pandemia obbliga alla massima attenzione.

 

Le regole che si stanno mettendo in campo saranno molto rigide e le misure di disinfezione accurata sono quindi fondamentali.

 

Ecco allora che dopo i cannoni che era stati usati per sanificare le strade, l'azienda di Vipiteno, la Demaclenko, società del Gruppo High Technology Industries, ha trasformato un generatore di neve in un sistema mobile di igienizzazione.

 

Un sistema offerto per rispondere all'esigenza sanitaria.

 

Il nuovo mini cannone è flessibile, spiega l'azienda, e può essere quindi adattato ai vari modelli di cabinovia. Quando è in funzione non serve che il sistema degli impianti a fune sia interrotto e consente ad una diffusione del disinfettante in maniera uniforme.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 gennaio - 19:59

Il numero dei pazienti covid scende ancora e si posiziona a 260, ma la notizia incoraggiante sta anche nel forte calo dei decessi che oggi si fermano ad 1 solo caso avvenuto a Mori. Dei nuovi casi positivi, gli asintomatici sono 75 mentre i pauci sintomatici sono 96. Ci sono altri 19 casi di bambini e ragazzi in età scolare che hanno contratto il virus (le classi in quarantena ieri erano 24) e di questi 3 piccoli hanno meno di 5 anni. Gli ultra settantenni invece sono 30

22 gennaio - 18:49

Intervenuto nella conferenza stampa sulla situazione Covid in provincia, il direttore della Prevenzione dell'Apss Antonio Ferro spiega l'errore nella somministrazione a 12 operatori dell'ospedale di Rovereto di una soluzione fisiologica al posto dei vaccini. "Questo dimostra quanto siano importanti i controlli"

22 gennaio - 17:57

Sul fronte della campagna di vaccinazione,  sono stati somministrati 12.866 vaccini, di cui 3.281 ad ospiti di residenze per anziani. Si registrano 19 nuovi casi di bambini e ragazzi in età scolare

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato