Contenuto sponsorizzato

VIDEO. Coronavirus, Zaia contro i gilet arancioni: "Negare il coronavirus è come negare la Shoah, serve una legge contro chi nasconde l'evidenza''

L'intervento del governatore veneto contro chi in questi giorni ha negato addirittura l'esistenza del virus. "C'è un limite oltre il quale non si può andare"

Pubblicato il - 01 giugno 2020 - 11:08

VERONA. “E' ora di finirla, ci possono essere persone che perdono la vita per informazioni sbagliate. Io dico che bisognerebbe fare una legge severa contro chi nega l’evidenza”.

 

A dirlo è stato il governatore veneto Luca Zaia ad “Agorà” rispondendo a una domanda su chi sostiene che il coronavirus non esiste. “Io sono per la libertà di pensiero, ma c'è un limite oltre il quale non si può andare” ha proseguito Zaia. “Chi nega cose come i campi di concentramento o la Shoah commette un reato, punto”. 

 

Il riferimento sono le manifestazioni  fatte nell'ultimo fine settimana dai gilet arancioni in diverse città che tra gli slogan avevano anche quello del "virus non esiste". 

 

Ecco l'intervento di Zaia

 

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 23 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 settembre - 19:24

Sono 6.405 casi e 470 decessi in Trentino per l'emergenza coronavirus. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.227 tamponi, 22 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 0,99%

23 settembre - 19:31

Mosaner e Betta non vincono al primo turno e sono costretti a un insidioso ballottaggio. Malfer e Parisi hanno la possibilità di influenzare pesantemente il voto del 4 ottobre, mentre la Lega si giocherà il tutto per tutto puntando forte su Santi e Bernardi. Nell’Alto Garda domina l’incertezza

22 settembre - 17:37

La campagna elettorale si fa (anche) a suon di carta (volantini, biglietti da visita, brochure) che, spesso, copre le nostre città. Una lista civica di Brentonico ha, quindi, cercato di trovare una soluzione ecologica e sostenibile: "Abbiamo utilizzato una carta biodegradabile con all'interno dei semi. Il bigliettino da visita può così essere 'piantato' per far germogliare dei fiori amici degli insetti impollinatori"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato