Contenuto sponsorizzato

Coprifuoco alle 22, Fugatti ''Pronto ad un'ordinanza'' per spostarlo alle 23. La polizia locale: ''Per ora l'orario è quello. Attendiamo chiarimenti''

La discussione sul coprifuoco alle 22 prosegue in queste ore e le posizioni sono stante. Da chi parla di coprifuoco elastico e la possibilità delle persone di rimanere sedute al ristorante fino alle 22 per poi andare a casa senza il rischio di sanzioni e chi, invece, considera le 22 come orario nel quale tutti devono essere già rientrati nella propria abitazione 

Di GF - 26 April 2021 - 09:23

TRENTO. Coprifuoco alle 22. Questo il tema sul quale l'Italia sta discutendo e dal quale sono nate le tensioni all'interno del Governo tra Pd e Lega.

 

La questione si dovrebbe risolvere nelle prossime ore ma intanto le posizioni sono molte e riguardano anche il Trentino. Il presidente Maurizio Fugatti, infatti, sarebbe pronto a fare un'ordinanza per spostarlo alle 23.

 

Una persona che si siede alle 20.15 in un ristorante perché alle dieci deve tornare a casa? È una misura cattiva ed ideologica che non ha nessuna logica epidemiologica e va contro il mondo produttivo. Su questo sono pronto a fare un’ordinanza” ha scritto Fugatti nella sua pagina Facebook. Il rischio è che il provvedimento possa essere però impugnato dal Governo.

 

La Polizia locale di Trento, al momento attende un chiarimento dal Ministero dell'Interno. "Attualmente - ha spiegato il commissario Mauro Eccel del reparto Polizia amministrativa e sicurezza urbana - la normativa parla di coprifuoco alle 22 e quindi la persona dovrebbe essere a casa a quell'ora. Ora sarebbe utile che il Ministro dell'interno facesse per iscritto un chiarimento".

 

Il coprifuoco viene invece definito “elastico” secondo quando detto dalla polizia locale di Trento ai microfoni della Rai. Infatti, viene spiegato, si potrà rimanere fino alle 22 al ristorante e poi si considererà il tempo necessario di rientro all'abitazione.

 

A livello nazionale, però, la discussione sul tema si è accesa dopo l'intervista rilasciata dalla ministra agli Affari Regionali Mariastella Gelmini che ha dichiarato che “Chi va a cena fuori può stare tranquillamento seduto al tavolo fino alle 22 e poi fare ritorno a casa senza il rischio di sanzioni”.

 

Le parole della ministra Gelmini sono però state smentite a stretto giro dal sottosegretario all'Interno, Carlo Sibilla che ha spiegato come il coprifuoco rimane alle 22” ed entro quell'ora si deve essere quindi a casa.

 

Ad intervenire anche il ministero della Salute Roberto Speranza che durante la trasmissione Domenica In ha spiega che “L'orario delle 22 ci consente di ridurre la mobilità ed è una scelta che il governo ha deciso di fare dentro una cornice di prudenza”. Oggi l'Italia riparte con gran parte delle regioni in zona gialla e con nuove aperture. "Se ci saranno le condizioni sarò il più felice di tutti a fare altri passi avanti, sul coprifuoco e altre misure", ha aggiunto Speranza.

 

Stessa linea che arriva anche dal presidente del Css Franco Locatelli che ha aperto ad una verifica sul coprifuoco a metà maggio. "E' il tempo minimo - ha detto - per vedere che impatto hanno sulla curva epidemiologica una serie di scelte che hanno avuto il merito di tutelare la salute pubblica e venire incontro al disagio sociale e alla sofferenza economica". Il coprifuoco è dunque una scelta "condivisibile. Se avremo dati positivi - ha aggiunto - nessuno ha il gusto sadico di restringere i movimenti. La scelta che è stata fatta è quella di mantenere il controllo su quelle che sono occasioni di socialità che possono determinare rischi".

 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
07 dicembre - 20:02
L'invito alla vaccinazione arriva dall'azienda sanitaria di Belluno. Al momento l'incidenza, per quanto riguarda l'influenza, è la più alta dal [...]
Cronaca
07 dicembre - 19:33
Don Dante Clauser era nato il 7 dicembre del 1923 e nel giorno in cui il 'prete degli ultimi' avrebbe compiuto 99 anni il Punto d'Incontro di [...]
Cronaca
07 dicembre - 19:37
A partire da giovedì sono attese nevicate anche sopra i 500 metri e a quote più basse nelle valli più strette e meno ventilate. Venerdì la [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato