Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, 15 nuovi casi di variante sudafricana in Alto Adige. Ci sono altri 3 comuni colpiti

Tre di questi nuovi casi sono stati riscontrati rispettivamente in tre nuovi comuni altoatesini. Attualmente è in corso il contact tracing per verificare se e come i nuovi casi siano correlati ad altri già noti

Pubblicato il - 04 March 2021 - 18:57

BOLZANO. Sono stati scoperti 15 nuovi casi di variante sudafricana in Alto Adige. Lo riferisce l’azienda sanitaria altoatesina.

 

I nuovi comuni colpiti sono Glorenza, Tubre e Lagundo. Gli altri nuovi casi riscontrati si trovano a Malles, Moso in Passiria, Scena, Tirolo, Rifiano, San Martino in Passiria, Lana e Merano. Attualmente è in corso il contact tracing per verificare se e come i nuovi casi siano correlati ad altri già noti.

 

Solo tre giorni fa era arrivata la notizia dei primi due casi di decessi di pazienti Covid colpiti da variante sudafricana in Alto Adige (qui articolo). Oggi si aggiungono altri 3 comuni colpiti dalla variante che probabilmente dovranno essere ''blindati'' perché al loro interno sono stati trovati casi di questa pericolosa mutazione. Come noto la variante sudafricana è più contagiosa e risulta più resistente verso alcuni vaccini come quello di Astrazeneca.

 

I comuni già blindati dalla scorsa settimana, per i quali si poteva entrare o uscire solo con tampone negativo e per ragioni di lavoro, emergenza, o sanitarie, erano Merano, Rifiano, Moso in Passiria, San Pancrazio, Malles Venosta, Lana, San Martino in Passiria, Caines e San Leonardo in Passiria. Lo scorso 1 marzo si sono aggiunti Silandro, Tirolo e Parcines mentre il 2 il comune di Scena (qui articolo).

 

Ma quali sono le misure in vigore in questi comuni? Oggetto di misure da “zona rossa” dove per entrare e uscire dai confini comunali è necessario presentare un tampone negativo effettuato almeno 72 ore prima. Tutte le scuole rimangono chiuse, eccetto per i servizi all'infanzia dedicati ai figli dei genitori che lavorano in ambiti di interesse pubblico.

 

Gli spostamenti sono permessi solamente per lavoro, salute e urgenze particolari. I test, nondimeno, si possono eseguire nelle stazioni allestite appositamente, oltre che dai medici di famiglia e nelle farmacie. Per svolgerlo gratuitamente è necessario compilare un'autodichiarazione che certifichi la necessità del movimento in uscita dal territorio comunale.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 aprile - 19:45
Trovati 104 positivi, comunicati 4 decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 104 guarigioni. Sono 1.251 i casi attivi sul territorio [...]
Politica
22 aprile - 21:20
Il "vecchio" progetto ha già concluso buona parte dell'iter da parte degli uffici. Il nuovo piano è invece ancora tutto da scoprire. L'ex [...]
Politica
22 aprile - 19:38
Il Comitato scuola in Presenza prende posizione e commenta la decisione in consiglio provinciale della maggioranza che ha bocciato una [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato