Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, anche in Valle dei Laghi si apre un punto tamponi gestito da volontari. Il sindaco Miori: "Bacino d'utenza di 10mila persone"

I Comuni di Vallelaghi, Cavedine e Madruzzo e la Comunità della Valle dei Laghi hanno stipulato un accordo con la Provincia per aprire un punto Covid a Vezzano. Qui, in tre finestre temporali, sarà possibile svolgere il test su prescrizione medica. Il sindaco Lorenzo Miori: "Grazie ai 20 volontari tra medici, infermieri e ostetriche. Centro aperto grazie a lavoro di squadra"

Di Davide Leveghi - 04 January 2021 - 10:46

VALLELAGHI. Tre finestre temporali per sottoporsi al tampone senza scendere a Trento. È questa la natura dell'iniziativa lanciata dai Comuni di Vallelaghi, Cavedine, Madruzzo e dalla Comunità della Valle dei Laghi, che in accordo con l'Azienda provinciale per i servizi sanitari ha deciso di aprire un punto tamponi nel paese di Vezzano.

 

Il centro Covid sarà attivo a partire da martedì 5 gennaio 2021, nel teatro Valle dei Laghi di Vezzano. Qui verranno effettuati i test rapidi in modo tale da incrementare il numero di tamponi effettuati alla luce anche delle difficoltà di tenere il passo mostrate dal sistema sanitario trentino. Mediante la firma di un protocollo d'intesa con la Provincia e il Consorzio dei Comuni, le 4 realtà della Valle dei Laghi hanno lanciato così un'iniziativa per rafforzare il tracciamento sanitario e aumentare la capacità di individuazione del virus.

 

Ma come funzionerà il centro tamponi di Vezzano? Rispetto ad altri punti Covid, su tutti quello di Trento, quello vezzanese vede la possibilità di sottoporsi al test nel mese corrente di gennaio attraverso prenotazione con Cup (numero di telefono 848816816), Cul online e TreC. Per effettuare il tampone sarà necessario possedere una prescrizione da parte del medico o del pediatra di famiglia.

 

Nei giorni di martedì (dalle 9 alle 11), di giovedì (dalle 18 alle 20) e di sabato (dalle 9 alle 11), ci si potrà recare (previe condizioni suddette) al foyer del teatro, dove il personale medico, composto da una ventina di volontari fra medici, odontoiatri, infermieri e ostetriche, sottoporrà gli utenti al test. L'effettuazione del prelievo non avviene quindi tramite passaggio in automobile (modalità drive-through), come avviene in altri punti Covid provinciali. Il referto, nondimeno, sarà poi disponibile entro 2 ore consultando la propria cartella del cittadino TreC o tramite l'accesso a FastTreC (inserendo un apposito codice fornito in fase di accettazione).

 

“Il centro tamponi locale di Vezzano nasce sfruttando l'opportunità che il protocollo d'intesa tra Pat e Apss ha messo in campo – spiega il sindaco di Vallelaghi Lorenzo Miori - appena uscito abbiamo trovato subito un accordo tra sindaci e commissario della Comunità della Valle dei Laghi per dare vita a questo centro che darà un importante servizio alla vallata con un bacino di utenza di circa 10 mila persone. Durante il mese di novembre ci siamo impegnati a pubblicizzare l'iniziativa tra medici, infermieri e ostetriche per cercare il personale volontario necessario”.

 

“Abbiamo avuto la disponibilità di 20 persone che ringraziamo veramente di cuore. Nel mese di dicembre abbiamo invece firmato le convenzioni tra Apss e Comune di Vallelaghi (capofila in quanto il centro è sul suo territorio) per l'apertura del centro e tra Comuni e Comunità di Valle per la ripartizione dei costi (in particolare sanificazione e smaltimenti rifiuti sanitari). Ora con il mese di gennaio partiamo. Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto, è stato un lavoro di squadra a dimostrazione di quanto possa essere preziosa e proficua la collaborazione tra i vari enti territoriali”, ha concluso Miori.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

23 January - 13:44

L'allerta è scattata intorno alle 12.45 di oggi, sabato 23 gennaio, in zona del Dosso Costalta, parte sud-occidentale del Lagorai tra l’altopiano di Pinè e la val dei Mocheni. Sono in corso le operazioni e le attività di soccorso

23 January - 10:39

Dopo ore di attesa, con trattative serrate tra le autorità sanitarie di Roma e di Milano sulla colorazione della Lombardia, sono state grosso modo confermate le classificazioni della scorsa settimana. Trentino ancora giallo, Alto Adige rosso. A cambiare sono solo 2 regioni

23 January - 11:29

La neve è tornata a interessare le Dolomiti fra Alto Adige e Bellunese. Chiusi i passi Fedaia, Pordoi, Falzarego, Val Parola e Giau. Veneto Strade ha disposto la chiusura anche della regionale 48 delle Dolomiti e della provinciale 49 di Misurina. La sindaca di Auronzo: "Non usate l'automobile"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato