Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, troppi contagi e scatta lo screening. Questa volta, a Termeno, si testa con i tamponi molecolari

I troppi contagi registrati nel Comune di Termeno hanno portato le autorità politiche e sanitarie a decidersi per una campagna di screening. Rispetto alle scorse volte, però, ci saranno delle novità: si useranno i tamponi molecolari e l'attività di testing sarà aperta anche a chi lavora sul territorio comunale e agli alunni delle medie provenienti da Cortaccia

Pubblicato il - 27 January 2021 - 18:04

TERMENO. Nuovo screening in Alto Adige. Mentre si attende l'ordinanza con cui la giunta provinciale dovrebbe introdurre delle restrizioni – arrivate dopo due settimane di “limbo”, tra la classificazione in zona rossa da parte di Roma, non accettata da Bolzano e quella rosso scuro da parte di Bruxelles – nel fine settimana a venire anche il Comune di Termeno sarà interessato da un'azione di testing volontaria e gratuita.

 

Questa volta, però, non verranno utilizzati test antigenici rapidi bensì i tamponi molecolari. I numeri dell'infezione registrati nel Comune, dicono dalla Provincia, necessitano infatti un'altra campagna di screening, finalizzata a interrompere la catena del contagio. Le cittadine e i cittadini sono invitati a eseguire il test per il Sars-CoV-2 nelle giornate di sabato 30 e domenica 31 gennaio dalle ore 8 alle 18 nella sala civica Bürgerhaus.

 

Per partecipare allo screening sarà necessario prenotarsi online (il link si può trovare sul sito web del Comune). Tutti gli alunni e le alunne di Cortaccia che frequentano la scuola media di Termeno potranno partecipare a loro volta allo screening, così come le persone che lavorano in questo territorio.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 March - 15:10

Il giovane, alla presenza dei suoi avvocati, ha ammesso le sue responsabilità in merito al decesso dei genitori Peter Neumair e Laura Perselli.  La vicenda è iniziata il 4 gennaio scorso 

08 March - 13:59

A limitare la possibilità di autodeterminarsi e il concetto stesso di libertà, esistono anche realtà come le associazioni pro life e contesti universitari come il Campus bio-medico di Roma, un policlinico privato e cattolico ma accreditato con il Servizio sanitario nazionale. Negli scorsi mesi, per esempio, le strade di Trento sono state percorse da camion vela che promuovevano la nuova campagna di Pro Vita & Famiglia e alcuni muri della città accolgono ancora manifesti antiabortisti

08 March - 12:27

L'analisi successiva dei fatti da parte delle forze dell'ordine ha lasciato emergere la brutale ipotesi, che tutto ciò sia stato determinato da un respingimento

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato