Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, focolaio a Sanbapolis. Oltre 200 studenti in quarantena, il direttore dell'Opera: ''Se è partito da una festa pronti anche alle espulsioni''

I blocchi E - F dello studentato sono stati chiusi, l'Ufficio Mediazione dell'Opera Universitaria: ''Vi preghiamo di non uscire dalla vostra stanza per alcun motivo''. Sono in corso le verifiche sull'origine del contagio che potrebbe essere partito da una festa, il direttore Fontana: ''Se  fosse confermata la festa non autorizzata siamo pronti a sanzionare e anche ad arrivare alle espulsioni''

Foto archivio
Foto archivio
Pubblicato il - 06 March 2021 - 11:11

TRENTO. Sono circa 200 le persone finite in quarantena a seguito di un contagio registrato a Sanbapolis, lo studentato universitario che si trova a Trento sud.

 

La notizia è arrivata nella serata di ieri con una nota della Provincia.  Il contagio, secondo quanto spiegato, riguarderebbe 8 giovani positivi al virus ma gli approfondimenti riguarderebbero almeno un’altra quarantina di ragazzi.

 

L'infezione potrebbe essere scoppiata durante un festa non autorizzata. E' bene chiarire che si stanno portando avanti tutte le verifiche necessarie per riuscire a ricostruire esattamente quello che è successo e anche capire quanti sono, con sicurezza, le persone coinvolte.

 

Dapprima, come già spiegato in un precedente articolo, i sintomi si sono manifestati su un ragazzo, ma i successivi approfondimenti sui suoi contatti stretti hanno permesso di ritrovare altri 7 positivi. Si stanno adottando inoltre provvedimenti quarantena per  tutti gli ospiti dello Studentato e ricercando eventuali esterni partecipanti alla festa non autorizzata.

 

Proprio nelle ultime ore l'Ufficio Mediazione dell'Opera Universitaria ha mandato un messaggio con il quale ha informato gli studenti che in "via precauzionale, a causa della presenza di alcuni positivi all'interno dello studentato, l'azienda sanitaria ha deciso di chiudere i blocchi EF dello studentato e di fare il tampone a tutti gli studenti. Vi preghiamo quindi di non uscire dalla vostra stanza per alcun motivo, e assolutamente non uscire dallo studentato". 

“Stiamo seguendo le indicazioni che ci sono state date dall'Azienda sanitaria – ha spiegato a ilDolomiti il direttore dell'Opera Universitaria Paolo Fontana – ed entro i primi giorni della prossima settimana tutti i ragazzi, circa 200, faranno il tampone”.

 

In parallelo si stanno portando avanti ovviamente anche le verifiche per capire da quale situazione possa essere partito il contagio. “Stiamo facendo i nostri approfondimenti – ha spiegato Fontana – negli ultimi mesi abbiamo dato decine di sanzioni da 150 – 200 euro per comportamenti sbagliati e non siamo stati certamente a guardare. Se effettivamente è stata fatta una festa, ovviamente non autorizzata perché lungi da noi consentirla, non ci saranno solo sanzioni ma potrebbero arrivare anche espulsioni”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Politica
22 aprile - 13:00
L'altra questione posta all'attenzione del presidente del Consiglio Draghi riguarda i gettiti fiscali arretrati derivanti anch'essi dal Patto di [...]
Cronaca
22 aprile - 13:35
L'allerta è scattata a Lavis. In azione i pompieri di zona e la polizia locale. Fortunatamente non si registrano feriti o intossicati
Cronaca
22 aprile - 12:16
I laboratori dell'Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.073 tamponi molecolari e registrato 85 nuovi casi. Inoltre trovati [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato