Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, Italia in arancione per l'Unione europea. Le terapie intensive di Trento sotto la soglia critica del ministero

Il tasso di infezione di Trento e Bolzano è inferiore al 4%, praticamente tutta Italia in arancione per l'Europa. Sono attese nella giornata di venerdì le nuove classificazioni da Roma, la valle d'Aosta rischia la zona rossa 

Di L.A. - 29 aprile 2021 - 16:52

TRENTO. Il Trentino e l'Alto Adige restano anche questa settimana in zona arancione a livello europeo con tasso di infezione inferiore al 4%. Praticamente tutta Italia, escluso la valle d'Aosta, si trova in questa colorazione per Ecdc-Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie. Solo la Calabria è "grigia" nei dati combinati, significa che equivale nella legenda a un’area per la quale “le informazioni sono insufficienti o il tasso di test è inferiore a 300 casi su 100.000″.

La situazione epidemiologica in Trentino è migliorata, così come anche i dati dei ricoveri negli ospedali in calo in queste settimane. La Provincia di Trento questa settimana è stata inserita in zona gialla in base al report dell'Istituto superiore di sanità.

 

Nella giornata di domani, venerdì 30 aprile, sono attese le nuove classificazioni: Trento e Bolzano non dovrebbero cambiare colore e confermare quindi la classificazione. 

 

A livello italiano negli ultimi sette giorni la situazione è ancora migliorata: gran parte del Paese dovrebbe restare in giallo, compresa la Puglia mentre Calabria, Sicilia, Basilicata e Sardegna dovrebbe essere in zona arancione. In bilico la valle d'Aosta che potrebbe andare in rosso.

Dopo mesi complicati, c'è una costante flessione in Trentino per quanto riguarda in particolare i reparti di terapia intensiva. La media italiana per quanto riguarda Agenas-Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali si attesta a 30% per le rianimazioni (sogli d'allerta fissata al 30%) e al 31% per l'area non medica (soglia d'allerta al 40%). La Provincia di Trento fa segnare il 29% e il 13% in base ai dati di mercoledì 28 aprile.

Il report di Pat e Apss di mercoldì 28 aprile riporta di 100 persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 26 pazienti sono in terapia intensiva 22 in alta intensità. Registrate 41 guarigioni (Qui articolo). Sono stati comunicati 2 decessi e sono 42 i Comuni con nuovi positivi (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 15 settembre
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Sport
16 settembre - 13:31
Il Briamasco si veste a nuovo. Dopo le uscite a Salò, il Trento è pronto a esordire in C tra le mura di casa: domenica 19 settembre nella [...]
Politica
16 settembre - 12:36
La norma che prevede la partecipazione della Pat in Itas Mutua è stata impugnata dal governo. Già la Procura della Corte dei conti aveva [...]
Cronaca
16 settembre - 13:04
La scorsa settimana Rita Amenze è stata uccisa all'uscita dal lavoro, ieri un uomo ha sparato al volto di  Alessandra Zorzin. Il sindaco [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato