Contenuto sponsorizzato

Dalla pasta fresca ai piatti di carne, lo chef Stefano Libardoni rappresenterà il Trentino Alto Adige a ''Cuochi d'Italia''

Figlio di albergatori, ha iniziato a lavorare nell’albergo del padre Davide e dei due fratelli all’età di 14 anni. Poi segue i grandi maestri chef in Veneto, Lombardia, Toscana e ovviamente Trentino Alto Adige. Il 4 marzo sarà su TV8 alle 19:30 protagonista del programma ''Cuochi d'Italia''

Di Anna Giulia Mattivi - 01 March 2021 - 16:36

TRENTO. Stefano Libardoni si definisce uno Chef estroverso, eclettico e innovativo ma senza dimenticare le origini della cucina mediterranea. Sarà lui, il 4 marzo alle 19.30 a rappresentare il Trentino Alto Adige nella sfida di “Cuochi d'Italia” su TV8, protagonista di una sfida a colpi di ricette e molto altro.

 

In questo momento Libardoni, lavora come Exsecutive chef nell’hotel Sonnerburg a Merano. Ha viaggiato per 20 anni in giro per l’Europa e per L’Italia e negli ultimi anni ha lavorato in Alto Adige sempre nel settore a 5 stelle.

 

Inoltre fa parte dell’associazione Cuochi trentini e del Team Culinary Trentino, una squadra di professionisti esperti e appassionati con lo scopo di valorizzare i prodotti locali e dare visibilità al territorio trentino attraverso la partecipazione ad eventi e concorsi nazionali e internazionali.

 

Una passione per la cucina che è cresciuta con lui: figlio di albergatori, ha iniziato a lavorare nell’albergo del padre Davide e dei due fratelli all’età di 14 anni, come giovane cameriere che serviva ai tavoli. Successivamente si è iscritto all’Istituto Alberghiero di Levico Terme, ottenendo sempre ottimi risultati fino al diploma.

 

Già all'età di 19 anni gli viene proposto di esercitare come Chef presso l'Hotel Miralago di Levico Terme e si mostra capace di gestire l'attività per ben quattro anni.  Ha percorso tante strade e pur di migliorare la sua professionalità ha lasciato la sua terra all’età di 25 anni per seguire grandi Maestri Chef in Veneto, Lombardia, Toscana e ovviamente Trentino Alto Adige.

 

E’ la prima volta che partecipa ad un programma televisivo?

Sì, questa è stata la prima volta che sono andato in televisione. Avevo fatto il casting per un altro programma, chiamato “Una cena per due”, ma a causa del Covid è stato sospeso.

Poi sono stato selezionato per “Cuochi d’Italia” ed ero molto contento ed emozionato.

 

Come si è trovato?

Hanno fatto una selezione davvero molto dettagliata: ho partecipato a colloqui scritti e video-chiamate, e in breve tempo ho saputo che ero stato selezionato.

Mi hanno scelto per il mio curriculum molto ben fornito e per l’ottima carriera alle spalle. Inoltre, dato che sono Trentino e ho lavorato in Alto Adige, gli sembravo il concorrente più adatto per rappresentare la nostra regione.

 

Aveva già avuto modo di incontrare i giudici prima?

Avevo incontrato molto tempo fa, lo chef e conduttore Alessandro Borghese a San Marino di Maremma, mentre girava il suo programma “4 ristoranti”. Ci siamo scattati una foto insieme e gli ho promesso che un giorno ci saremmo incontrati nuovamente. Chi avrebbe mai immaginato che sarebbe successo davvero: durante lo show infatti gli ho ricordato quella foto.

 

Qual è il suo piatto forte?

Sono molto preparato su tutte le portate, anche sui dolci. Ma posso definire il mio punto di forza la pasta fresca e i secondi di carne.

 

Prima ha detto che ha viaggiato molto. Che cosa ha appreso da queste esperienze?

Ho cucinato in più di 20 strutture differenti, nel settore ristorativo e alberghiero di Lusso.

Da ognuna di queste ho cercato di apprendere il meglio, in particolare in merito alla cucina gourmet: valorizzo la materia prima del piatto e soprattutto quella del mio territorio.

 

In questo periodo, purtroppo, i ristoranti a causa della pandemia stanno lavorando poco. Lei come sta affrontando questa situazione?
Nonostante il ristorante a Merano sia chiuso, riesco finalmente a dedicare del tempo a me stesso e spero che il programma mi possa offrire molta visibilità. Inoltre a casa posso sperimentare ricette nuove e in più svolgo qualche ora extra: il lavoro non mi manca.

 

Quindi chi vincerà? Per scoprirlo dobbiamo attendere fino al 4 marzo ed essere tutti connessi su TV8 alle 19:30.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
22 aprile - 15:56
L'allerta è scattata lungo la strada statale 12. In azione la macchina dei soccorsi. Viabilità bloccata in tangenziale
Politica
22 aprile - 13:00
L'altra questione posta all'attenzione del presidente del Consiglio Draghi riguarda i gettiti fiscali arretrati derivanti anch'essi dal Patto di [...]
Ambiente
22 aprile - 13:25
Negli scorsi giorni sono state trovate morte centinaia di api nella zona di Caldonazzo, da qui viene evidenziata la necessità di accelerare [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato