Contenuto sponsorizzato

Il Consiglio di Stato respinge il ricorso per la cattura di M49 da parte della Pat. Sconfitta la Lega nazionale per la difesa del cane

I giudici confermano quanto deciso dal Tar di Trento e mettono nero su bianco: "Definitivamente pronunciando sull’appello, come in epigrafe proposto, lo respinge". L'istituzione di palazzo Spada conferma quanto deciso nel capoluogo per quanto riguarda l'appello presentato dalla Lndc

Di L.A. - 19 January 2021 - 16:18

TRENTO. Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso della Lega nazionale per la difesa del cane contro le ordinanze di cattura di M49 emesse e portate a compimento dalla Provincia di Trento. 

 

I giudici confermano quanto deciso dal Tar di Trento e mettono nero su bianco: "Definitivamente pronunciando sull’appello, come in epigrafe proposto, lo respinge".

 

La richiesta della Lndc era stata respinta dalla giustizia amministrativa del capoluogo: "Esigenze di interesse pubblico", ma l'associazione aveva promesso di portare avanti la battaglia: "Sentenza già scritta, ci rivolgiamo al Consiglio di Stato"(Qui articolo). 

 

Il ricorso è sulla cattura dell'orso più ricercato del Trentino. Preso tre volte, l'ultima a settembre 2020, dopo che era riuscito a fuggire dal recinto del Casteller in ben due occasioni. L'ultima operazione era stata portata a termina nella zona del Lagorai, preso mediante trappola a tubo, già utilizzata in passato sempre per questo stesso esemplare (Qui articolo). 

 

La Lndc, come anticipato, era intervenuta con un ricorso per sospendere le ordinanze del presidente Maurizio Fugatti; richiesta respinte dal Tar di Trento. Non ha portato miglior fortuna l'appello al Consiglio di Stato.

 

Le vicende degli orsi trentini si erano arricchite di un nuovo capitolo, i giudici di palazzo Spada avevano accolto il ricorso presentato da Leal-Lega Antivivisezionista per quanto riguarda Jj4, l’orsa (con 3 cuccioli), che deve restare libero. Una pronuncia che aveva ribaltato la sentenza del Tar arrivata tramite la quale era stata respinta la richiesta presentata dall’associazione animalista che mirava a sospendere l’ordinanza di cattura (Qui articolo). 

 

Ma sono ancora diverse le partite aperte, come la questione legata ai presunti maltrattamenti dei tre esemplari attualmente al Casteller, M49, M57 e Dj3 (Qui articolo).

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 16 settembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
17 settembre - 08:59
L'incidente è avvenuto questa mattina poco prima delle 8 sulla strada provinciale 228 che passa per Masetti
Politica
17 settembre - 06:01
La dirigente della Formazione professionale ha detto che questo è il primo anno dei nuovi piani di studio e quindi sono 12 mesi di assestamento. [...]
Montagna
16 settembre - 10:52
Per celebrare il suo 150esimo anniversario una banca svizzera ha posizionato su 150 vette dell’arco alpino delle “steli pubblicitarie”. La [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato