Contenuto sponsorizzato

La Porsche dell'inchiesta di La7 arrivata al presidente di Patrimonio del Trentino, Villotti: ''Vogliamo liberarcene'', ma è da un mese che lo dice

Oggi all'Adige il numero uno di Patrimonio del Trentino ha spiegato che ''l'abbiamo provata per un mese (..) ma abbiamo chiesto di cambiarla'' eppure il 29 ottobre a Domani diceva già che ''abbiamo deciso di restituirla per prenderne una più consona alle necessità della mia partecipata''. Intanto quel che è certo è che da un mese a questa parte è nel suo garage di casa. Manica ironizza: ''Come non essergli grati? Speriamo la Giunta aiuti la sua società per azioni a reperire sul mercato un piccolo garage ad “usum delphini”''

Di Luca Pianesi - 01 dicembre 2021 - 19:26

TRENTO. La Porsche Macan da 90mila euro frutto di sequestro da parte dell'Autorità giudiziaria è lì, parcheggiata all'esterno dell'abitazione del presidente di Patrimonio del Trentino e a quanto risulta, a questo punto, è ferma nel suo garage da più di un mese. Oggi, infatti, Andrea Villotti al quotidiano l'Adige ha dato la stessa risposta che aveva già dato il 29 ottobre a Domani: ''L'ho portata a Trento ma adesso è ferma nel mio garage: abbiamo deciso di restituirla e prenderne dai Monopoli una più consona alle necessità della mia partecipata'', diceva ad Emiliano Fittipaldi un mese fa (nell'articolo ''Chi è Minenna, il direttore dei Monopoli tra auto, spese pazze e banchetti''); ''L'abbiamo provata per un mese - dichiara invece oggi all'Adige - ma non è adatta al nostro utilizzo e quindi abbiamo chiesto se ce la possono cambiare con una più piccola, se possibile un fuoristrada, anche se è difficile trovarla tra le auto confiscate. Ora la Porsche la tengo nel mio garage, per evitare il rischio che la rubino''. Insomma dove si trova l'auto è sicuro quel che è meno chiaro è come e perché se ne voglia liberare visto che già un mese fa dichiarava di volerla restituire mentre oggi dice che dopo un mese di prova ha capito che preferisce sostituirla.

 

La vicenda, come è noto, è esplosa negli ultimi giorni dopo che La7 con PiazzaPulita ha fatto un'inchiesta sul direttore dell'Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. L’ente presieduto da Minenna, con un giro da quasi 1 miliardo di euro l’anno, è chiamato a gestire anche parte dei beni che vengono sequestrati, fra cui delle lussuose auto sequestrate a dei narcotrafficanti. Come spiegato durante la puntata i mezzi sequestrati vengono consegnati in via preferenziale alla stessa Agenzia delle dogane e dei Monopoli, poi ad altre amministrazioni dello Stato, oppure possono finire all’asta pubblica (che secondo la legge sui sequestri sarebbe la prima opzione) o a enti benefici. Si parla di Bmw, Audi, Lexus e pure di una Porsche come quella che è stata consegnata proprio da Minenna all’amico, nonché presidente di Patrimonio del Trentino Spa, Andrea Maria Villotti. Eppure, commenta Salvatore Gulisano l’inviato di Piazza pulita: “Da nessuna parte vengono nominate le società per azioni come è quella di Andrea Villotti che invece riceve dall’amico direttore Marcello Minenna le chiavi di questa Porsche Macan, 90mila euro il prezzo di listino”.

 

Negli scorsi giorni il Dolomiti ha dato la notizia ricordando anche che lo stesso Villotti è stato nominato proprio dalla Giunta leghista per gestire il patrimonio immobiliare degli enti pubblici trentini. Una nomina contestata delle opposizioni e al centro di diverse polemiche, come quando il direttore esecutivo del Milton Friedman Institute (del quale Villotti è direttore emerito), Alessandro Bertoldi, invitava alla “disobbedienza fiscale”. Un ente, il Milton Friedman Institute da sempre in prima linea per promuovere (anche in Trentino) il gioco d'azzardo legale (QUI una nostra inchiesta). Ieri il consigliere provinciale del Pd Andrea Manica ha depositato un'interrogazione dove spiega che ''francamente, la vicenda appare piuttosto oscura ed a poco servono le dichiarazioni rese dallo stesso alto funzionario pubblico, il quale sostiene come le assegnazioni servano ad evitare i costi di deposito e manutenzione degli automezzi posti sotto sequestro, perché anche se ciò corrispondesse alla realtà, appare comunque difficilmente giustificabile la consegna della citata autovettura al presidente di “Patrimonio del Trentino s.p.a.”''.

 

E quindi ha posto le domande alla Giunta Fugatti: ''Per quale ragione tecnica e sulla base di quale disposizione di legge il direttore dell’ Agenzia delle Dogane e del Monopoli ha consegnato l’automobile sopra citata al presidente della “Patrimonio del Trentino s.p.a.”; ''quale utilizzo intende farne la stessa, per quali fini e con quali costi di esercizio annui''; ''se ed eventualmente quali siano gli ulteriori automezzi assegnati alle società per azioni della Provincia autonoma di Trento e/o della Regione autonoma Trentino Alto Adige/Südtirol dall’ Agenzia delle Dogane e dei Monopoli almeno nell’ultimo quinquennio ed a quale utilizzo siano stati adibiti tali veicoli''.

 

Villotti, a Domani, già un mese fa spiegava che l'auto è in comodato gratuito ''attraverso un regolare protocollo con l'Agenzia''. E sul fatto che la tiene parcheggiata nel suo garage per evitare che venga rubata Manica oggi commenta ironicamente: ''Siamo veramente all’emergenza. “Patrimonio del Trentino S.p.A.” è ormai sull’orlo dell’abisso. Non è infatti più in grado di reperire, nel vasto panorama del patrimonio immobiliare pubblico che amministra e gestisce, nemmeno un misero garage per parcheggiarvi la modesta Porsche Macan frutto di sequestro da parte dell’Autorità giudiziaria e che, gentilmente, l’ Agenzia delle Dogane e del Monopolio ha assegnato alla società per azioni stessa''.

 

Villotti? ''Come non essergli grati? - conclude Manica - Assolutamente convinti che lo stesso presidente non pretenda ovviamente alcunché per l’alloggio dell’autovettura nel suo box privato, non possiamo che rivolgere un appello alla Giunta provinciale affinché aiuti la sua società per azioni, quindi un ente privato, a reperire sul mercato un piccolo garage ad “usum delphini”, posto che la disponibilità del presidente di “Patrimonio del Trentino S.p.A.” non potrà durare all’infinito''. All'infinito no ma da almeno un mese, quello è sicuro.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 23 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
16 gennaio - 20:14
Trovati 1.767 positivi, 0 decessi nelle ultime 24 ore. Sono 148 i pazienti in ospedale. Sono 144 le classi scolastiche in isolamento
Cronaca
16 gennaio - 18:54
Complicata l'operazione di recupero del rottame, i vigili del fuoco e i tecnici valutano come intervenire nelle prossime ore. Il conducente [...]
Cronaca
16 gennaio - 17:01
Il pilota ed ex ambasciatore di Trentino Marketing ha spiegato che quando ha detto la frase ''ho preso il Covid apposta per poter essere in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato