Contenuto sponsorizzato

Coronavirus, se l'Istituto del presidente di Patrimonio del Trentino (voluto da Fugatti) invita i cittadini alla ''disobbedienza fiscale''

Andrea Villotti oltre ad essere il numero uno della società che si occupa di gestire il patrimonio immobiliare degli enti pubblici del Trentino (che, però, non pubblica il suo curriculum vitae nonostante i termini siano scaduti per l'Anticorruzione) è direttore emerito del Milton Friedman Institute e all'indomani del dpcm di Conte il suo direttore esecutivo ha comunicato che: ''Il nostro Istituto inizierà una incessante campagna per la disobbedienza fiscale al fianco di tutti quegli imprenditori colpiti da queste assurde misure che minano la convivenza civile''

Di Luca Pianesi - 27 ottobre 2020 - 09:25

TRENTO. E se Patrimonio del Trentino decidesse di non pagare più le tasse? Se la società che si occupa di gestire il patrimonio immobiliare degli enti pubblici del Trentino, che pochi mesi fa ha chiuso con un utile di 2,47 milioni di euro con lodi sperticate dalla Giunta provinciale, decidesse di iniziare ''una disobbedienza fiscale senza precedenti''. E quindi ''smettere di pagare le tasse e versare i contributi'' perché questa sarebbe ''l’unica arma pacifica che può portare gli incapaci ad abbandonare il potere lasciando spazio a chi sceglierà il popolo italiano''.

 

Il dubbio è reale e la paura concreta visto che queste frasi sono state messe nero su bianco dal direttore esecutivo del Milton Friedman Institute, Alessandro Bertoldi, che ha inviato un comunicato stampa dove, paragonando tale azione a quella del Mahatma Gandhi e concludendo il suo pensiero con tanto di ''viva la libertà e via l'Italia, sempre!'' ha lanciato l'idea di una disobbedienza fiscale a ''questo Governo di incapaci e irresponsabili'' aggiungendo che ''le nuove misure previste nel Dpcm, firmato dal Presidente del Consiglio, uccidono definitivamente interi settori dell’economia nazionale. Le aziende del settore della ristorazione, del gioco d’azzardo, i centri estetici e termali, le palestre e tutto l’indotto connesso a questi settori rischiano dalla prima all’ultima il fallimento''. 

 

Frasi dure e dal sapore un po' ingenuo, se vogliamo, ma voi direte: che c'entra Patrimonio del Trentino? Chi è Alessandro Bertoldi? Partendo dalla seconda domanda la risposta è: un ragazzo di 26 anni che fino a qualche tempo fa veniva descritto come l'enfant prodige berlusconiano dell'Alto Adige. Si divide tra attività di lobby (il riferimento al ''gioco d'azzardo'' non è casuale visto che il Friedman Institute anche in Trentino ha sempre cercato di spingere per il gioco d'azzardo legale) e ruoli di vertice più o meno strutturati (per esempio sulla sua pagina Facebook si definisce anche presidente di tale ''Alleanza per Israele'' che è cosa molto diversa dalle varie associazioni Associazioni Italia-Israele e Ceo di tale AbGroup il cui sito rimanda a una pagina che si chiama bertoldiconsulting.com). Ma lui non ci interessa.

 

Ci interessa che lui si definisca direttore esecutivo del Milton Friedman Institute e che il direttore emerito dello stesso istituto sia Andrea Villotti già capo di gabinetto di Fugatti in Regione e dal 3 luglio presidente di Patrimonio del Trentino. La giunta Fugatti lo ha voluto lì con forza e proprio il 3 luglio l'assessore Spinelli si felicitava per la scelta spiegando che: ''Le nuove nomine garantiscono alla società competenze tecniche e professionali utili alla gestione e alla valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico del trentino''. Ebbene pensare che l'istituto di cui è direttore emerito il presidente di Patrimonio del Trentino inviti la popolazione a una rivolta fiscale (''Il nostro Istituto - scrive Bertoldi non parlando, quindi a titolo personale - inizierà una incessante campagna per la disobbedienza fiscale al fianco di tutti quegli imprenditori colpiti da queste assurde misure che minano la convivenza civile, le libertà economiche ed individuali del popolo italiano'') fa venire i brividi. 

 

Ultima nota di colore (un colore piuttosto fosco, decidete voi quale): avremmo voluto verificare nel curriculum vitae del presidente Villotti il suo ruolo attuale all'interno del Milton Friedman Institute (in realtà ci sono comunicati stampa di poche settimane fa dove lui viene citato proprio come direttore emerito) ma sul sito di Patrimonio del Trentino non ci sono ancora i curricula dei membri del cda. Una cosa che pare in contrasto con le norme sulla trasparenza introdotte dalle leggi anticorruzione. L’art. 14, comma 1, del d.lgs. n. 33/2013 dispone la pubblicazione nella sezione dei siti istituzionali, rubricata ''Amministrazione trasparente'' e prevede che ''entro tre mesi dal conferimento dell’incarico e per i tre anni successivi'' vengano pubblicati anche i curricula.

 

Il curriculum di Villotti, assieme a quello degli altri membri del cda, quindi dovrebbe essere pubblico, al più tardi dal 3 ottobre. Al momento però non vi è traccia. Bisogna fidarsi dell'assessore Spinelli e della sua frase sulle nuove nomine che ''garantiscono alla società competenze tecniche e professionali utili alla gestione e alla valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico del trentino'', sperando che la rivolta fiscale non parta proprio da chi gestisce il patrimonio immobiliare pubblico del Trentino.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 26 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

30 novembre - 15:44

Da Roma arriva il via libera per procedere con la fase 2 per la sperimentazione del vaccino contro il coronavirus dell'italiana Reithera. Tra il primo gruppo di volontari sani, tra 18 e 55 anni, che si sono sottoposti all'inoculazione c’è Mirian Fadelli: “Ho deciso di farlo perché credo fortemente nella scienza e nella medicina”

30 novembre - 12:55

Il Centro fondo alle Viote sul Bondone lavora e produce neve per aprire la stagione. Nicola Fruner, direttore della Scuola italiana: "E' ancora caldo in quota, ma le attività proseguono in modo continuo. Si punta sulle lezioni individuali e piccoli gruppi composti da familiari"

30 novembre - 12:57

Domani, martedì primo dicembre 2020 alle 14.30 nella chiesa di Zuclo è prevista la cerimonia funebre per Valeria Artini, tragicamente scomparsa sabato scorso a soli 16 anni di età. Oltre alla diretta streaming l'invito alle persone che seguiranno la cerimonia dal vivo è quello di mantenere le distanze e l'uso della mascherina

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato