Contenuto sponsorizzato

Patrimonio del Trentino, dal membro del cda che ''non ha avuto l'obbligo di effettuare la dichiarazione dei redditi italiana'' al mistero del Cv del presidente

L'ente che si occupa del patrimonio immobiliare pubblico del Trentino è guidato dal direttore emerito di un istituto che meno di un mese fa ha invitato gli italiani alla ''disobbedienza fiscale'' contro i dpcm del governo Conte e che fatica a mettere in regola lo stesso ente pubblicando il suo curriculum vitae (avrebbe dovuto farlo dal 5 ottobre e ci sono due interrogazioni al riguardo in consiglio provinciale). Da quello del consigliere Cesare Scotoni, intanto, emerge una dichiarazioni dei redditi molto scarna

Di Luca Pianesi - 24 November 2020 - 10:44

TRENTO. ''Il sottoscritto Cesare Scotoni in qualità di membro del Consiglio di Amministrazione della Società Patrimonio del Trentino Spa (...) dichiara che nel precedente triennio non ha avuto l'obbligo di effettuare la dichiarazione dei redditi italiana per soggetti all'imposta sui redditi delle persone fisiche''. Mentre si attende che il presidente di Patrimonio del Trentino, finalmente, trovi il suo curriculum vitae e lo pubblichi sul sito della società nella sezione amministrazione trasparente, togliendola così dall'imbarazzo di non essere in regola dal 5 ottobre, per le norme sulla trasparenza e l'anticorruzione, quella che leggete è la dichiarazione dei redditi di uno dei consiglieri di amministrazione scelti dalla Giunta Fugatti per guidare l'ente che si occupa di gestire il patrimonio immobiliare degli enti pubblici del Trentino.

 

Insomma da un lato c'è un presidente, Andrea Villotti, già braccio destro di Fugatti in Regione, che non riesce a mettere in regola il suo ente pubblicando il suo cv (quando sul sito ''ricercapubblica'' uno ce n'è che arriva fino al 2014 tra lavori in Albania, Romania, Modavia, Emirati Arabi, Kosovo e Brasile) ma resta, da quel che è dato sapere, direttore emerito di un istituto che si chiama Milton Friedman Institute che meno di un mese fa ha lanciato l'appello agli italiani ''per la disobbedienza fiscale'' al governo centrale contro i dpcm del presidente Conte. Dall'altro c'è il consigliere che non presenta reddito in Italia da tre anni mettendolo, giustamente, nero su bianco nel documento pubblico inserito alla voce ''reddito'' nella sezione amministrazione trasparente dell'ente.

 

Forse (non lo sappiamo ma vi abbiamo già raccontato degli affari che ha sempre avuto il consigliere in Russia QUI ARTICOLOScotoni è iscritto all'Aire (l’anagrafe degli italiani all’estero) però certo fa un po' strano che l'ente che si occupa del patrimonio immobiliare pubblico del Trentino che pochi mesi fa ha chiuso con un utile di 2,47 milioni di euro con lodi sperticate dalla Giunta provinciale (e in questi giorni è al centro di una polemica perché sta chiedendo un affitto da oltre 100.000 euro a un ente come l’associazione provinciale per i minori per una struttura promessagli dalla Pat da anni) sia in mano al direttore emerito di un ente che invita alla disobbedienza fiscale e a un membro del cda (gli altri, come noto, sono l'ex candidato sindaco appoggiato dalla Lega Andrea Merler, l'ex portavoce della sezione di Trento degli Autonomisti popolari, di Kaswalder, Barbara Balsamo e la sindaca del Comune di Rumo in quota Civica Trentina, Michela Noletti) che ''non ha avuto l'obbligo di effettuare la dichiarazione dei redditi italiana'' negli ultimi tre anni. 

 

Intanto si attende ancora che il presidente Fugatti riferisca in Aula rispetto alle interrogazioni (qui 1 e qui 2depositiate dalle opposizioni sul presidente Villotti e sul suo curriculum vitae. Perché alla fine la trasparenza, in una Provincia Autonoma, dovrebbe essere un vero patrimonio del Trentino assieme all'importanza dei tributi che, proprio perché autonomi, restano per la gran parte sul territorio e si trasformano nel patrimonio dei trentini.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 22 dicembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

17 January - 19:43

A livello nazionale esiste un “Fondo per la morosità incolpevole” e un “Fondo per gli sfratti”. Due fondi con milioni di euro ai quali la provincia di Trento e di Bolzano, però, non possono chiedere aiuto. Perché? Hanno voluto creare una propria politica per la casa che però ora con la pandemia non sembra aiutare le tante famiglie in difficoltà

18 January - 10:39

E' successo a Roana nell'Altopiano di Asiago, quattro cani erano legati alla catena e le guardie sono intervenute per spiegare ai proprietari che  la legge lo vieta 

18 January - 10:59

Numeri del contagio in aumento in Alto Adige, dove nelle ultime 24 ore i nuovi positivi sono 175, a fronte di un indice contagi/tamponi salito all'8,64%. Due i decessi, che portano il bilancio da inizio pandemia a 811, 517 solamente da settembre. Crescono ricoveri e terapie intensive

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato