Contenuto sponsorizzato

Ghezzi interroga Fugatti: ''Cosa ne pensa del fatto che il presidente di Patrimonio del Trentino sia associato a chi predica la disobbedienza fiscale contro il Dpcm?''

Il consigliere di Futura interroga l'Aula dopo che il Dolomiti ha svelato che l'istituto di cui è direttore emerito Andrea Villotti, sta invitando la popolazione a non pagare le tasse per protestare contro il dpcm del governo Conte. Il tutto mentre i curricula dei membri del consiglio d'amministrazione di Patrimonio del Trentino sono ancora ''invisibili'' nonostante per legge dovrebbero essere pubblici al più tardi dal 5 ottobre

Di Luca Pianesi - 28 ottobre 2020 - 17:25

TRENTO. Mentre ancora resta impossibile, nonostante per legge dovrebbero essere pubblici e accessibili a tutti almeno dal 5 ottobre, accedere ai curricula dei membri del consiglio d'amministrazione di Patrimonio del Trentino e in particolare di quello del presidente Andrea Villotti, approda in consiglio provinciale con un'interrogazione a risposta immediata la questione legata alla ''disobbedienza fiscale'' lanciata dall'istituto di cui lo stesso Villotti risulta essere direttore emerito: il Milton Friedman Institute. A depositarla il consigliere di Futura Paolo Ghezzi che dopo aver letto il pezzo de il Dolomiti ha voluto chiedere al presidente della Provincia di Trento cosa ne pensa che ''il presidente di Patrimonio del Trentino (che contribuisce alle entrate fiscali del Trentino) sia associato a una campagna nazionale di disobbedienza fiscale''.

 

La vicenda Ghezzi l'ha riassunta così: ''Premesso che il presidente di una società di sistema fondamentale per la Provincia di Trento – Patrimonio del Trentino spa – è Andrea Maria Villotti, laureato in economia alla Bocconi, già capo di gabinetto di Fugatti in Regione, nominato nel giugno scorso dall’attuale giunta provinciale e affiancato come vice da Andrea Merler, già candidato sindaco di Trento per il centro-destra''; che lo stesso Villotti è il direttore emerito dell’Istituto Milton Friedman Institute nel cui sterminato comitato scientifico (39 persone) compare dopo Vittorio Sgarbi e in compagnia di politici ed ex politici come Giacomo Bezzi''. 

 

''Che il direttore esecutivo del suddetto Istituto - prosegue Ghezzi - Alessandro Bertoldi, il 25 ottobre scorso, dopo l’ultimo Dpcm di Conte, ha emesso un comunicato in cui afferma “Il nostro Istituto inizierà una incessante campagna per la disobbedienza fiscale al fianco di tutti quegli imprenditori colpiti da queste assurde misure... La nostra sarà come la campagna del Mahatma Gandhi per l'indipendenza dell'India” (agenzia Asi); che “Il Dolomiti” ha giustamente osservato – in un articolo del 27 ottobre - che è sconcertante che il nome del presidente di Patrimonio del Trentino (che contribuisce alle entrate fiscali del Trentino) sia associato a una campagna nazionale di disobbedienza fiscale, si interroga il presidente della Provincia per sapere se abbia scelto Villotti per Patrimonio solo per affinità politiche o anche perché condivide con lui una visione economica “friedmaniana” che include il ricorso alla disobbedienza fiscale contro lo Stato nel caso di decisioni governative giudicate sbagliate''.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 30 novembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

01 dicembre - 04:01

Flavia è la sorella di una malata di tumore della Val di Sole. Da martedì 1 dicembre sarà costretta ad accompagnarla a Trento, perché il Day hospital oncologico di Cles è stato chiuso. La Provincia infatti non ha voluto mantenerlo aperto dopo l'uscita di scena dell'oncologo che se ne occupava. "Dirigenti e funzionari, ricordatevi che davanti a voi avete persone con la propria dignità, non avete davanti burattini che potete spostare da un teatro all'altro"

30 novembre - 19:11

In Trentino c'è l'associazione Ama che grazie ai gruppi di auto mutuo aiuto è un sostegno fondamentale per tante famiglie. Qui la testimonianza di una famiglia letta per Ama da Giacomo Anderle

01 dicembre - 08:48

L'incendio a Levico è avvenuto nella zona di Quaere. Sulle cause sono in corso le verifiche da parte delle forze dell'ordine e non si esclude il dolo. Oltre cento vigili del fuoco sono stati impegnati, invece, per spegnere le fiamme che hanno avvolto un altro fienile a Curon 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato