Contenuto sponsorizzato

Marini in Consiglio: “Boom di suicidi e casi di autolesionismo fra i giovani a causa della pandemia, ora lavorare assieme perché nessuno sia lasciato indietro”

Approvata in Consiglio provinciale la proposta del consigliere pentastellato: “Porterà le strutture provinciali competenti ad approfondire il problema e a collaborare per risolverlo. C'è assoluto bisogno di mobilitare impegno e risorse”

Di Filippo Schwachtje - 09 giugno 2021 - 19:44

TRENTO. Il Consiglio approva la proposta di Alex Marini: “Dobbiamo frenare il disagio giovanile causato dall'emergenza Covid”. L'ordine del giorno proposto dal consigliere provinciale 5Stelle era nato per “sollecitare le strutture provinciali ad attivarsi per contrastare il malessere psicosociale che si sta diffondendo fra i giovani trentini a seguito delle misure di contenimento pandemico”.

 

I numeri in questo contesto sono preoccupanti. Citando la Fondazione Cesvi infatti, Marini evidenzia in Italia un “generale aumento delle richieste di aiuto psicologico per bambini e ragazzi ma, dato preoccupante e significativo, si è registrato un aumento nei tentativi di suicidio di ragazzi, specie durante la seconda ondata della pandemia: dall'ottobre 2020 fino ad oggi (4 maggio 2021 ndr) sono aumentati del 30% i tentativi di autolesionismo e di suicidio da parte degli adolescenti”.

 

“Questo fenomeno – sottolinea Marini – secondo quanto affermato in una recente intervista da Monica Sadler (Qui Articolo), referente di Associazione auto mutuo aiuto di Trento, ha interessato anche il nostro territorio, dove non bisogna sottovalutare il pericolo che i ragazzi, oltre il periodo di restrizione, continuino a rifugiarsi nelle proprie case, considerate un posto sicuro. Perciò è fondamentale avviare dei progetti che coinvolgano i ragazzi anche per farli uscire fisicamente di casa”.

 

La pandemia, in poche parole, ha avuto effetti drammatici sulla salute psicofisica dei più giovani. “A livello nazionale i dati dimostrano un preoccupante aumento dei casi di autolesionismo, suicidio e più in generale di malessere giovanile – ribadisce Marini – dovuti alle mutate condizioni di vita e di accesso alla socialità conseguenti alle misure di contenimento del Covid. Si tratta di fenomeni che non risparmiano il Trentino, dove si segnala un vertiginoso aumento dei casi di autolesionismo”.

 

A preoccupare anche il divario scolastico che, come riportato nella Relazione 2020 al Parlamento dell'autorità garante per l'infanzia e l'adolescenza, ha colpito in particolare gli studenti più fragili: “Tra aprile e giugno 2020 oltre il 23% degli alunni con disabilità non ha preso parte alle lezioni”.

 

“Preso atto del problema – scrive Marini – il M5S ha presentato un ordine del giorno, approvato dal Consiglio, e che porterà le strutture provinciali competenti ad approfondire il problema e a collaborare per risolverlo”. Nel dettaglio la proposta di Marini prevede la convocazione di un tavolo di lavoro costituito da Garante dei minori, Fondazione Demarchi, Consulta per le politiche sociali, Iprase, Apss e Consulta per la salute, nonché da un rappresentante ciascuno per insegnanti, maestre d'asilo, assistenti sociali, educatori e psicologici per “raccogliere i dati disponibili e analizzare sotto il profilo scientifico e organizzativo i fenomeni del calo dell'apprendimento e del disagio psicologico scaturiti dall'emergenza Covid-19”. Fondamentale per il consigliere 5Stelle anche “integrare la programmazione sociale con riferimento a specifici bisogni ed interventi volti ad affrontare la crisi sociale e di supportare le pubblica amministrazione, le istituzioni scolastiche e l’azienda sanitaria nella scelta degli strumenti migliori per il recupero dei deficit accumulati e il rilancio sociale”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 giugno - 06:01
L'avvocato di Milano ha lavorato al provvedimento depositato nel 2019 dalla senatrice trentina che ora chiederà di farlo ripartire: ''Non si [...]
Cronaca
20 giugno - 20:46
L'uomo, classe '63, era scomparso da alcune ore e l'allarme era stato dato dai gestori della struttura dove alloggiava. Trovata la macchina [...]
Cronaca
20 giugno - 18:31
Fatale un malore per un 58enne di Monselice in provincia di Padova. L'allerta è scattata in val di Maso, poco lontano dall'abitato di Cesuna nel [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato