Contenuto sponsorizzato

''Non siamo scappati. Siamo chiusi da 10 mesi e non abbiamo ricevuto i ristori. Troveremo una soluzione per tutti'', la palestra aveva rimosso tutta l'attrezzatura

C'è preoccupazione per la tenuta economica in questo settore che in Trentino conta una trentina di aziende. Giorgio Balduzzi, rappresentante del franchisor che gestisce la catena di palestre TheGymGame: "Momento complicato ma contiamo di ripartire con un imprenditore locale che conosca meglio il territorio del precedente gestore"

Di Luca Andreazza - 13 May 2021 - 21:19

TRENTO. "Il periodo è complicato e siamo in fase di preparazione di un rilancio". Così Giorgio Balduzzi, rappresentante del franchisor che gestisce la catena di palestre TheGymGame, tra cui quella locata al franchisee di Trento nord. "Non siamo assolutamente scappati ma abbiamo, ceduto i beni del fallimento alla proprietà immobiliare, che probabilmente riaprirà una palestra, perché il franchisee non poteva sostenere un affitto pieno con palestra chiusa".

 

E' un anno particolarmente difficile per le categorie economiche a causa della crisi innescata dall'emergenza Covid. Le attività delle palestre sono state nuovamente bloccate in autunno scorso, quando l'epidemia è tornata a diffondersi in maniera molto forte. "E' un periodo complicatissimo per i nostri franchisee - dice Balduzzi - sono troppe le difficoltà e i ristori non arriveranno per poter fronteggiare questa situazione".

 

C'è preoccupazione per la tenuta economica in questo settore che in Trentino conta una trentina di aziende. "Siamo rimasti oltre 10 mesi fermi - prosegue Balduzzi di TheGymGame - i ristori non sono assolutamente arrivati, speriamo solo che la paura e la concorrenza (fitness online, attrezzature home fitness) non mettano a rischio la di ripresa. Siamo alla ricerca di un nuovo franchisee e di una nuova location che sia in grado di sviluppare la catena, e abbiamo già individuato un gestore locale, che già possiede una palestra a Rovereto che avrebbe cosi due strutture in Trentino".

 

I collaboratori, una decina di unità, personal trainer e corsisti, sono rimasti a casa e non hanno ricevuto l'ultima mensilità (Qui articolo). "Questo è vero e ci dispiace. L'intenzione – evidenzia il franchisee che abbiamo sollecitato - è quella di trovare un accordo e sistemare la partita. Ma in questo momento dobbiamo risolvere diverse criticità per pianificare la ripartenza e la ripresa delle attività, e senza ristori e davvero un’impresa complessa". 

 

A sorpresa e quasi per caso hanno visto un furgone portare via tutta l'attrezzatura. Nessuno, però, li aveva avvisati dell'imminente cambio di programma. "Il nostro franchisee - prosegue Balduzzi - non è scappato, però l'immobile è stato riconsegnato al proprietario dei muri, che ci ha indicato che avrebbe voluto aprire lui una struttura sportiva e completare il programma di insediamento delle attività connesse al benessere (non solo sport, ma estetica, medici, e professionisti) che avevamo avviato per il piano superiore per completare l’offerta della struttura. La proprietà ha sicuramente la forza di farlo e abbiamo acconsentito a cedere tutto quanto acquistato e ancora presente nella struttura che è stata lasciata in perfette condizioni pronta per ripartire".

 

Sempre nell’ottica di non aggravare i costi fissi, il franchisee, come per l’affitto dei muri, ha deciso quindi di risolvere il contratto di franchising e il canone di noleggio dell'attrezzatura che è stata anche se riconsegnata.

 

"Adesso siamo in contatto con un imprenditore che ha già una struttura a Rovereto e che vorrebbe aprirne una nuova a Trento: siamo in dirittura d'arrivo per chiudere gli accordi, cosi da avere finalmente un franchisee con esperienza locale, che conosca meglio il territorio del precedente gestore. Appena possibile comunicheremmo la soluzione che il franchisee locale proporrà, soprattutto verso i clienti che hanno sottoscritto un abbonamento con il precedente franchisee, sicuramente con il voucher proposto anche dal governo per recuperare i giorni di chiusura", conclude Balduzzi.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 12 giugno 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
13 giugno - 20:30
Trovati 11 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 44 guarigioni. Sono 248 i casi attivi sul territorio provinciale
Cronaca
13 giugno - 20:04
Dopo una ricostruzione della disciplina vigente, la Pat riconduce la regola per le zone bianche al Dpcm secondo il quale il coefficiente [...]
Cronaca
13 giugno - 19:43
L'allerta è scattata all'altezza di Vadena lungo l'Autostrada del Brennero. Tempestivo l'arrivo dei vigili del fuoco di Egna ma l'auto è finita [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato