Contenuto sponsorizzato

Poche mascherine e zero distanziamento. In centinaia si riuniscono a Verona per protestare contro la "dittatura sanitaria"

La questura di Verona parla di circa 400 persone per la manifestazione riunita sabato 27 febbraio in piazza Bra, organizzata dal Movimento 3 V (Vaccino vogliamo verità). La parlamentare Sara Cunial: "Mattarella in stato d'accusa per aver violato i diritti costituzionali"

Di Davide Leveghi - 28 February 2021 - 09:47

VERONA. “Manifestiamo il nostro totale disaccordo con le politiche restrittive del Governo, che hanno messo in seria difficoltà la maggior parte delle attività commerciali, generando disoccupazione, povertà e disperazione. I nostri figli relegati a casa ne stanno risentendo nel loro equilibrio psico-fisico. Rispettando le norme vigenti ci riuniamo per onorare la nostra Costituzione, tanto vituperata da questo susseguirsi incalzante e irragionevole di ordinanze e Dpcm”.

 

Si presentano così, i manifestanti riuniti a centinaia in piazza Bra a Verona. Di fronte alla scalinata di palazzo Barbieri, con le bandiere del Movimento 3V – Vaccini Vogliamo Verità – che sventolano, in un sabato assolato e primaverile hanno gridato la loro contrarietà alla “dittatura sanitaria” che sarebbe stata imposta attraverso decreti, obbligo di mascherina e vaccini.

 

Di “rispetto delle norme vigenti” se ne vede poco, in realtà. Le persone sono ammassate, le mascherine rigorosamente abbassate. Ad avvicendarsi sul “palco” improvvisato della scalinata, i nomi più altisonanti sono quelli della parlamentare veneta Sara Cunial, ex Movimento 5 Stelle passata al Gruppo Misto e nota per le posizioni anti-scientifiche, e di Paolo Girotto, candidato con lo stesso M3V alle scorse elezioni regionali. Cunial attacca il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, colpevole di "aver calpestato i diritti costituzionali".

 

Con loro un consigliere comunale di Este, nel Padovano, un giornalista, un medico di base, il portavoce dell'Alleanza italiana Stop 5G, un “esperto in campi elettromagnetici”, e diversi rappresentanti del Movimento contrario ai vaccini.

 

La manifestazione è autorizzata, ma le modalità potrebbero avere delle conseguenze. Le norme anti-contagio sono infatti parse poco rispettate. La questura parla di circa 400 partecipanti, di cui alcuni pare siano già stati identificati.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 aprile 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
21 aprile - 06:01
Maestri di sci, titolari di ristoranti e bar hanno deciso di partire dalle valli di Fiemme e Fassa per protestare davanti ai palazzi della [...]
Cronaca
20 aprile - 20:52
Emergono le prime misure contenute nella bozza del prossimo decreto legge per fronteggiare l'emergenza Covid. Alcune modifiche potrebbero [...]
Cronaca
20 aprile - 20:27
Trovati 85 positivi, comunicati 4 decessi nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 145 guarigioni. Sono 1.278 i casi attivi sul territorio [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato