Contenuto sponsorizzato

Rissa a Rovereto, la titolare della Caffetteria Bontadi: "Ci vogliono più controlli, ieri siamo rimasti fino alle 4 a verificare che non facessero danni"

Dopo la rissa di ieri sera (18 giugno) in piazza Cesare Battisti, interviene la titolare della storica Caffetteria del centro: "Ben vengano le uscite serali e il divertimento, ma così è una vergogna. Dalle 23 in poi le strade non sono più controllate e il rischio di danneggiamenti alle nostre attività è alto"

Di Filippo Schwachtje - 19 June 2021 - 18:27

ROVERETO. “Inizialmente sembrava stessero festeggiando, poi però è scoppiata la violenza”. A parlare è la titolare della Caffetteria Bontadi in piazza Cesare Battisti, la stessa piazza dove ieri sera (18 giugno) tra le decine di giovani in piedi intorno alla fontana del Nettuno è scoppiata una rissa che ha coinvolto molti ragazzi. 

 

Secondo le prime ricostruzioni, il gruppo di giovani si sarebbe fermato inizialmente in via Roma senza causare nessun problema fino a quando l'arrivo di alcuni elementi esagitati ha fatto precipitare la situazione, costringendo il titolare di un'altra attività della zona a chiedere l'intervento delle forze dell'ordine. “Poi – continua la titolare – i giovani si sono spostati verso piazza Cesare Battisti e poco prima di mezzanotte e mezza (quando il locale era già chiuso ndr) è scoppiato il putiferio”.

 

A quel punto la gestrice della Caffetteria Bontadi ha subito chiamato il 112 ma, dice lei: “Nonostante le segnalazioni, noi titolari e baristi del centro ci siamo ritrovati a dover gestire da soli questa situazione ieri notte. Ben vengano le uscite serali e il divertimento, ma è necessario monitorare il centro per evitare il ripetersi di violenze di questo tipo. Così è una vergogna: dalle 23 in poi le strade non sono più controllate e il rischio di danneggiamenti alle nostre attività è alto”.

 

Fino a pochi minuti prima dello scoppio della rissa, dice la titolare : “Nel plateatico avevamo diversi clienti, fortunatamente abbiamo chiuso prima dell'arrivo del gruppetto di violenti, altrimenti rischiavano di finire coinvolti anche loro”. Come si può vedere nel video girato da alcuni cittadini infatti, tra spintoni, calci e pugni la rissa si è velocemente avvicinata alla zona della piazza occupata dai tavolini e dagli ombrelloni del Bontadi.

 

“Investiamo migliaia di euro per le nostre attività – conclude la donna – ieri siamo rimasti al locale fino alle 4 di mattina, per vedere dove si spostava il flusso di persone. In una situazione del genere è un attimo finire con un ombrellone danneggiato o una vetrina in frantumi: ci vuole più controllo, non è così che si può pensare di 'ripartire'”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 9 agosto 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
09 agosto - 22:30
Il ragazzo si trovava su un pedalò quando si è tuffato nel lago senza più riemergere. Le ricerche proseguiranno fino a mezzanotte, poi [...]
Cronaca
09 agosto - 17:27
Secondo i dati della Camera di Commercio di Trento quello dell'Agricoltura è il settore con il maggior numero di imprese giovanili under [...]
Montagna
09 agosto - 17:52
Il territorio del Parco delle Orobie Valtellinesi è storicamente caratterizzato dalla presenza di diversi laghi alpini e alcuni bacini [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato