Contenuto sponsorizzato

Scomparsa dei due coniugi, riprese le ricerche sotto il ponte di Vadena. I vigili del fuoco in gommone setacciano le acque

In quella zona sono state ritrovate tracce di sangue attribuite dai Ris a Peter Neumair, il 63enne scomparso insieme alla compagna, Laura Perselli, a inizio gennaio. Dispiegamento di forze per un'analisi approfondita

Pubblicato il - 26 gennaio 2021 - 12:54

BOLZANO. Sono riprese le ricerche nell'Adige, un grande dispiegamento di forze sono concentrate sotto il ponte di Vadena per un'attività molto approfondita. 

 

In quella zona sono state ritrovate tracce di sangue attribuite dai Ris a Peter Neumair, il 63enne scomparso insieme alla compagna, Laura Perselli, a inizio gennaio.

 

I vigili del fuoco sono entrati in azione nella mattina di oggi, martedì 26 gennaio, con alcuni gommoni: le ricerche si sviluppano all'altezza del Safety Park.con l'ausilio anche delle sonde. 

 

Questa operazione segue il sopralluogo dell'area portata avanti dai carabinieri nella casa della coppia scomparsa (Qui articolo).

 

Alle 16.30 i militari dell'Arma sono entrati nell'abitazione della coppia in cui vive anche il figlio Benno Neumair, indagato a piede libero per i reati di duplice omicidio e occultamento di cadavere.

 

In queste ore sono in fase di analisi anche i dati del cellulare dell'indagato, i risultati sono attesi nei prossimi giorni. La riproduzione dei contenuti del telefono sono considerati strategici per risolvere il caso.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 6 marzo 2021
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

08 marzo - 15:03

Il sindaco di Pergine-Valsuagana contro chi non rispetta le regole anti-Covid: “Domenica ho ricevuto decine di chiamate, messaggi e video di cittadini per segnalare assembramenti di persone, molte senza mascherina, che dimostrano solo la mancanza di responsabilità nei confronti innanzitutto dei propri familiari anziani”

08 marzo - 15:10

Il giovane, alla presenza dei suoi avvocati, ha ammesso le sue responsabilità in merito al decesso dei genitori Peter Neumair e Laura Perselli.  La vicenda è iniziata il 4 gennaio scorso 

08 marzo - 13:59

A limitare la possibilità di autodeterminarsi e il concetto stesso di libertà, esistono anche realtà come le associazioni pro life e contesti universitari come il Campus bio-medico di Roma, un policlinico privato e cattolico ma accreditato con il Servizio sanitario nazionale. Negli scorsi mesi, per esempio, le strade di Trento sono state percorse da camion vela che promuovevano la nuova campagna di Pro Vita & Famiglia e alcuni muri della città accolgono ancora manifesti antiabortisti

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato