Contenuto sponsorizzato

Scomparso da 5 giorni, proseguono le ricerche di Federico Lugato. La moglie: ''Lui è lì fuori. Dobbiamo trovarlo''

E' stata aperta una raccolta fondi su Facebook per sostenere vitto e alloggio di coloro che vogliono aiutare. In campo decine e decine di persone,  si è deciso che le ricerche proseguiranno perlomeno per un'altra settimana, e riguarderanno anche zone finora non battute in un raggio di azione più ampio rispetto al quale si è operato

Pubblicato il - 31 agosto 2021 - 11:48

BELLUNO. Sono ripartite questa mattina le ricerche di Federico Lugato, l'uomo allontanatosi per un'escursione in Val di Zoldo nella giornata del 26 agosto scorso e del quale non si hanno più notizie. 

 

“Sono molte le persone che si sono messe a disposizione per aiutarci a cercare Federico, speriamo che questa sia la giornata della buona notizia” ha affermato in un video pubblicato su Instagram, la moglie Elena Panciera.

 

Nella seconda parte del pomeriggio di ieri in Prefettura a Belluno, si è tenuta una riunione della " Unità di ricerca" istituita secondo le previsioni del locale Piano provinciale per la ricerca delle persone scomparse, con lo scopo di esaminare congiuntamente le attività poste in essere dai vari attori istituzionali coinvolti al fine di individuare una strategia operativa e di coordinamento ancor più mirata e condivisa.

 

Durante la riunione sono state analizzate i dati e le informazioni che si hanno fino a questo comento oltre alle azioni messe in campo che hanno visto il supporto di decine di uomini e mezzi dei Vigili del Fuoco, del Cnsas, della Guardia di Finanza, dell'Arma dei Carabinieri e dei volontari di protezione civile, che hanno battuto i sentieri presenti in zona, anche con l'ausilio di cani molecolari ed unità cinofile, ed effettuate ricerche aree con l'impiego di elicotteri e droni.

 

Il coordinamento delle operazioni di ricerca sul campo, in relazione alle particolari condizioni orografiche dell'area di ricerca, particolarmente impervia, è stato affidato al responsabile del Soccorso Alpino, Alex Barattin,  in stretta sinergia con il Comando provinciale dei Vigili del Fuoco.

 

Nel corso della riunione si è deciso che le ricerche proseguiranno, perlomeno per un'altra settimana, e riguarderanno anche zone finora non battute in un raggio di azione più ampio rispetto al quale si è operato, in particolare quelle aree che risultano comprese nel perimetro dal quale provengono i dati delle celle telefoniche agganciate dal cellulare del giovane Federico nel giorno in cui è scomparso.

 

Un importante supporto verrà fornito dai volontari di protezione civile che anche da altre province stanno offrendo la disponibilità a concorrere nelle ricerche.

 

I volontari saranno opportunamente suddivisi in squadre che, adeguatamente equipaggiate e fornite di cartine topografiche, sotto la direzione del Soccorso Alpino e dei Vigili del Fuoco, parteciperanno fattivamente alle ricerche.

 

“È il quinto giorno di ricerche. Federico è lì fuori. Dobbiamo trovarlo” è l'appello pubblicato quest'oggi sui social dalla moglie Elena Panciera che invita, chi può, ad unirsi alle ricerche. Proprio per questo su facebook è stata rilanciata anche una raccolta fondi per sostenere vitto e alloggio di coloro che vogliono aiutare.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
28 febbraio - 11:26
Le precipitazioni che hanno interessato il territorio negli scorsi giorni, dicono gli esperti, sono previste in graduale esaurimento dal [...]
Cronaca
28 febbraio - 10:24
I quattro scendevano fuori pista su un pendio ripido, privi dei dispositivi di sicurezza previsti ovvero Artva, pala e sonda, materiale [...]
Cronaca
28 febbraio - 10:53
L'appello del Comune alla popolazione di non muoversi per lasciare libere le strade ai mezzi di soccorso, diversi gli allagamenti 
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato