Contenuto sponsorizzato

Vaccini anticovid, i ritardi fanno saltare l'organizzazione in Trentino. Ruscitti: ''Stiamo lavorando per assicurare le dosi per gli over 80''

I ritardi da parte delle aziende farmaceutiche nelle consegne dei vaccini stanno mettendo a dura prova l'organizzazione della campagna vaccinale in Trentino. Intanto da oggi fino la fine di febbraio le dosi consegnate sul nostro territorio potrebbero essere quasi 38 mila ma i numeri non sono certi 

Di Giuseppe Fin - 30 gennaio 2021 - 17:47

TRENTO. In tema di vaccini l'unica cosa certa è che i ritardi nelle consegne proseguiranno anche nelle prossime settimane e questo ha già fatto saltare parte dell'organizzazione che anche in Trentino era stata messa in piedi per la campagna vaccinale. “In base alle indicazioni che ci erano state date dal commissario Arcuri, noi avevamo provveduto a fare degli accordi con i medici di base per la somministrazione dei vaccini (quelli gestibili senza condizioni di temperatura estrema) ma se mancano dovremo rivedere la nostra organizzazione” spiega il dirigente del Servizio Salute della Provincia, Giancarlo Ruscitti.

 

Il riferimento è a quelli di Moderna più facilmente gestibili. Questo specifico vaccino, infatti, non deve essere sottoposto a temperature basse come quelle del collega Pfizer e sarebbe potuto essere usato facilmente negli studi medici. Purtroppo però le dosi che verranno consegnate in Trentino sono poche ed in continuo calo.

 

A fare i conti dei vaccini è il presidente della provincia di Trento, Maurizio Fugatti, che proprio quest'oggi ha avuto in incontro con i ministro Boccia e Speranza e il commissario Arcuri. “Ci hanno fornito informazioni fresche ma anche un po' negative sulla questione vaccini” spiega in conferenza stampa Fugatti.

 

Per quanto riguarda Pfizer, a livello nazionale, nell'ultima settimana ha ridotto le consegne del 29% sui territori. Per la prossima ci sarà una riduzione del 20%. Per quanto riguarda Moderna le dosi previste a febbraio sono diminuite del 20% ma l'intenzione è quella di recuperare nel mese di marzo. AstroZeneca, invece, delle 16 milioni di dosi previste, sono state ridotte prima a 8 milioni e poi a 3,4 milioni. (Aifa, tra l'altro, proprio in queste ore ha autorizzato il vaccino AstraZeneca per la prevenzione della malattia Covid nei soggetti al di sopra dei 18 anni, come da indicazione Ema).

 

Facendo i conti con queste riduzioni in Trentino nella settimana dall'1 al 7 febbraio arriverebbero da Pfizer 4680 dosi di vaccino da sommare alle 600 di Moderna. Nella settimana dall'8 al 14 febbraio da Pfizer arriverebbero altre 4680 dosi e da moderna altre 1200. Nella settimana dal 15 al 21 febbraio, invece, Pfizer invierà in Trentino 5850 dosi mentre dal 22 al 28 febbraio Moderna invierà 4500 dosi da aggiungere a quelle di Pfizer che saranno ancora 5850.

 

Non si conosce al momento quante saranno le dosi che inizieranno ad arrivare anche in Trentino nel mese di febbraio da AstroZeneca. L'ipotesi è che nelle prime settimane potrebbero arrivarne circa 4 mila e successivamente altre 6 mila. “Tutto questo – ci spiega Fugatti - ci porta a dire che da qui fino a fine febbraio in Trentino potrebbero arrivare 27.360 dosi tra Pfizer e Moderna e poi una cifra di circa 10 mila dosi di AstroZeneca”.

 

Da parte del dirigente del Servizio Salute della Pat, Ruscitti, è arrivata, infine, la rassicurazione che “La Provincia, pur con le difficoltà causate dalle consegne dei vaccini, si organizzerà per vaccinare chi ha più di 80 anni

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 6 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 19:58
Trovati 73 positivi, 1 decesso nelle ultime 24 ore. Registrate 79 guarigioni. Sono 73 i pazienti in ospedale. Sono 892.851 le dosi di [...]
Società
06 dicembre - 19:02
La città di Belluno dedica una piazza in memoria di Angelina Zampieri, vittima di femminicidio nel 1913. La ragazza, che si era trasferita a Povo [...]
Cronaca
06 dicembre - 20:45
Nell'aggiornamento delle autorità sanitarie risultano effettuate 36.514 vaccinazioni con prenotazione, oltre a 7.531 somministrazioni a [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato