Contenuto sponsorizzato

Epatite acuta pediatrica, attenzione alta in Trentino, i pediatri: ''Molte chiamate dai genitori, nei bambini colorazione gialla dell'occhio un campanello d'allarme''

Da parte dei pediatri, in Trentino come nel resto d'Italia, è stata attivata la rete di sorveglianza per i casi di epatite che si dovessero verificare. Un sorta di sentinelle capaci di registrare immediatamente eventuali casi da comunicare poi all'Azienda sanitaria e al ministero. Filippi: "In poche ore ho ricevuto diverse chiamate da parte dei genitori che avevano i propri bambini con vomito e dolore addominali. Sintomi che però sono ascrivibili anche ad altre patologie''

Di Giuseppe Fin - 26 aprile 2022 - 20:44

TRENTO. C'è massima attenzione su tutto il territorio per quanto riguarda l'epatite acuta pediatrica. Anche in Trentino la preoccupazione non manca e a registrarla sono per primi i pediatri che, anche in questo caso, confermano l'importanza del proprio ruolo per le famiglie. “Abbiamo registrato in poche ore diverse chiamate da parte di genitori” spiega la pediatra Lorena Filippi, referente per l'Ordine dei Medici di Trento.

 

Ad oggi, secondo i dati che sono stati forniti dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), la malattia è stata identificata in almeno 12 Paesi e a livello globale sono ad oggi almeno 190 i casi accertati. “Sono inclusi 40 casi nell'Unione europea” è stato spiegato dal direttore Andrea Ammon.

 

LE CAUSE

Non si conosco al momento le cause di questa epatite acuta. I casi non sono collegati ai virus tipici dell'epatite A, B, C, D ed E. Inizialmente alcuni esperti hanno ipotizzato che si potesse tratta di un'infezione virale probabilmente causata da un adenovirus. Ipotesi, quest'ultima, che l'Iss ha indicato come “improbabile”, in quanto questo tipo di virus normalmente non è associato a malattie epatiche.

 

Secondo altri esperti, invece, l'immunità ridotta a causa del lockdown e quindi dei diminuiti contatti sociali durante la pandemia, potrebbero essere una ulteriore causa. Quello che sembra ormai certo è che qualsiasi collegamento con i vaccini contro Covid-19 è stato escluso.

 

LA SITUAZIONE IN TRENTINO

Al momento non sono stati comunicati casi accertati di epatite acuta pediatrica in Trentino. L'attenzione da parte dell'Azienda sanitaria è alta e lo è anche la preoccupazione nelle famiglie.

 

“In poche ore ho ricevuto cinque chiamate da parte dei genitori che avevano i propri bambini con vomito e dolore addominali e temevano fosse epatite. Sintomi che però sono ascrivibili anche ad altre patologie e sono molti quelli che stanno chiamando il proprio pediatra di famiglia per escludere che possa trattarsi di epatite” ci spiega la dottoressa Lorena Filippi referente dell'Ordine dei Medici per i pediatri in Trentino.

 

“Diversi genitori – spiega sempre Filippi – pur non avendo figli con sintomi stanno cercando informazioni per capire quali possono essere i primi campanelli di allarme. Noi come pediatri siamo sempre a disposizione per dare informazioni scientifiche”.

 

Da parte dei pediatri è stata attivata immediatamente una rete di sorveglianza sul territorio nazionale per i casi di epatite che si dovessero verificare. Un sorta di sentinelle capaci di registrare immediatamente eventuali casi da comunicare poi all'Azienda sanitaria e al ministero.

 

“Siamo tutti in una situazione di massima attenzione – ha spiegato la pediatra Filippi – i sintomi che si possono verificare quando ci troviamo con un caso di possibile epatite sono quelli di vomito e dolore addominale, ci può essere anche della febbre ma occorre fare molta attenzione all'eventuale colorazione gialle delle sclere, cioè il bianco dell'occhio, che sono una spia di un malfunzionamento a livello epatico”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 1 luglio 2022
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
02 luglio - 21:22
Il 36enne stava affrontando una highline, una apposita fettuccia assicurata e tesa tra due sostegni a una quota di circa 1.400 [...]
Cronaca
02 luglio - 19:19
Le fiamme si sono sviluppate tra i vigneti nei pressi di un bunker della Seconda guerra mondiale, l’intervento dei vigili del fuoco complicato [...]
Cronaca
02 luglio - 20:41
Confesercenti del Trentino: "Ci ha lasciato Loris Lombardini: una persona dal grande cuore e dalla grande personalità"
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato