Contenuto sponsorizzato

Ritorno in Italia di Chico Forti, Soini: "La mobilitazione civile è stata indispensabile". Urzì: "Dimensione dell’autorevolezza guadagnata dal governo Meloni"

Il presidente del Consiglio provinciale, Claudio Soini: "Vicenda che è stata vissuta con partecipazione e intensità dalla comunità trentina". il capogruppo di Fratelli d'Italia in Commissione affari costituzionali della camera, Alessandro Urzì: "Oggi è il silenzioso ma efficace e soprattutto credibile lavoro della diplomazia italiana a lasciare il segno"

Di LA - 18 maggio 2024 - 13:22

TRENTO. "Esprimo grande soddisfazione, prima di tutto dal punto di vista umano, per il rientro in Italia di Chico Forti". Il commento di Claudio Soini, presidente del Consiglio provinciale. "Al di là delle valutazioni giudiziarie la sua drammatica vicenda, che dura da ben 24 anni, è stata vissuta con partecipazione e intensità dalla comunità trentina. Una mobilitazione civile che si e rivelata un indispensabile sostegno per le istituzioni che hanno lavorato a lungo per raggiungere il difficile e complesso traguardo". 

 

Poco fa l'aereo è atterrato a Pratica di Mare e c'è stato un incontro tra Chico Forti e la premier Giorgia Meloni (Qui articolo). E' un grande giorno", le parole a il Dolomiti di Giannilo zio di Chico Forti. "E' da 24 anni che aspettiamo questo evento, che abbiamo cercato in tutte le maniere" (Qui articolo).

 

A intervenire anche il capogruppo di Fratelli d'Italia in Commissione affari costituzionali della camera. "Il rientro oggi in Italia di Chico Forti dà la dimensione dell’autorevolezza guadagnata dal governo Meloni - dice Alessandro Urzì - dopo anni di improvvisati tentativi. Si ricorderanno le illusioni seminate dall’allora ministro degli Esteri Luigi Di Maio. Oggi è il silenzioso ma efficace e soprattutto credibile lavoro della diplomazia italiana a lasciare il segno".

 

Il 65enne trentino è atterrato all'aeroporto militare, inizialmente sarà trasferito in un carcere non lontano da Pratica di Mare. Poi nei prossimi giorni sarà detenuto nel carcere di Verona dove oggi è in corso una visita di Papa Francesco.

 

"Solo un Paese forte riesce a guadagnare risultati tangibili come quello della restituzione alla propria giurisdizione di quello che a tutti gli effetti è un detenutoOra si apre una stagione nuova di ricongiunzione di Chico Forti con la sua Patria nelle forme e i modi che il diritto disciplina. Un successo di cui l’intera nazione può vantarsi perché plasticamente restituisce una Italia capace di trattare alla pari sulla scena internazionale anche con i più potenti paesi al mondo", conclude Urzì.

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Economia
14 giugno - 18:52
Confesercenti della Lombardia Orientale lancia l'allarme in vista della nuova stagione: “Occorre però un salto di qualità anche nella [...]
altra montagna
14 giugno - 19:31
Zero voti. Questo è il dato da cui partire per analizzare l’esperienza elettorale di Luca Mercalli, noto climatologo e divulgatore scientifico [...]
Cronaca
14 giugno - 18:35
La 24enne nonesa dopo la straordinaria vittoria sui 10 chilometri in pista è stata festeggiata dalle massime autorità sportive e politiche. [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato