Contenuto sponsorizzato

I 5 Stelle contro i rave party

"Sono illegali ed esentasse"

Pubblicato il - 10 agosto 2016 - 13:31

TRENTO. I 5 Stelle si scagliano contro i rave party, i raduni a base di musica che in estate vengono organizzati clandestinamente dopo un tam tam sui socia network

 

“Sembra non avere fine l'organizzazione di raduni illegali nei parchi e nei prati del Comune di Trento – scrivono in un comunicato i consiglieri comunali del Movimento – prima al parco alle Gorghe, ora sui prati di Pramarquart”. Gli esponenti pentastellati fanno notare come “le feste organizzate legalmente come quelle sul Doss Trento siano vietate mentre non si fa nulla per impedire quelle illegali”. Organizzate, secondo i consiglieri, in barba ai divieti, creando “problemi per i residenti, come nel caso della strada per Maranza bloccata dai parcheggi abusivi durante uno degli ultimi rave”.

 

Questi eventi, accusano gli esponenti m5s, sono svolti “esentasse e senza la minima autorizzazione”. Nel comunicato una richiesta precisa all'amministrazione: “pretendiamo che le regole siano valide per tutti. Chiediamo alla Giunta Comunale se non si ritenga opportuno, identificare le persone presenti e procedere con sanzioni che inducano gli organizzatori a chiedere le autorizzazioni necessarie e i convenuti ad evitare di violare i divieti esistenti”.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 19 settembre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 settembre - 19:47

Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2.375 tamponi, 22 i test risultati positivi per un rapporto che si attesta a 0,9%. Contagi a Castelnuovo e nell'Alto Garda

19 settembre - 19:05

La criminalità si insinua tra le piccole e medie imprese con un aumento, nel corso del 2019  delle segnalazioni delle operazioni di riciclaggio. La Cgia di Mestre: “Secondo una nostra stima su dati della Banca d’Italia ammonta a circa 170 miliardi di euro l’anno il fatturato ascrivibile all’economia criminale presente in Italia"

19 settembre - 16:35

Sono stati analizzati 2.375 tamponi, 22 i test risultati positivi e 8 persone presentano sintomi. Il totale in Trentino è di 6.311 casi e 470 decessi da inizio epidemia

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato