Contenuto sponsorizzato

Passeggiata sulla Luna a passo di chitarra

Il "Teatro della meraviglia" a Sanbapolis continua questa sera, venerdì 23, con la prima delle "lezioni aumentate" che vedono sul palco uno scienziato ricercatore e un artista. Si parlerà dell'incredibile "missione Apollo" e dell'astronauta Eugene "Gene" Cernan, che per ultimo ha calpestato il suolo del pianeta. Protagonisti Stefano Oss ed Enrico Merlin che il pianeta lo farà "suonare"

Pubblicato il - 23 febbraio 2018 - 08:24

TRENTO. Seconda giornata - mattina e sera, scuole e pubblico vario - del "Teatro della meraviglia" la proposta che unisce arte e scienza, prosa, musica e lezioni, nell'iniziativa coraggiosa di Jet Propulsion Theatre e Portland di Andrea Brunello. Questa sera iniziano alle 21 le "lezioni aumentate", vale a dire gli spettacoli nei quali un docente spiega affiancato da un artista per rendere la  serietà della conoscenza un fatto più leggero e godibile senza nulla togliere alla scientificità delle argomentazioni. In scena "L'ultima passeggiata sula luna" con la coppia formata dal fisico Stefano Oss e dal chitarrista divulgatore Enrico Merlin.

 

 L’incredibile avventura delle missioni Apollo e dell'astronauta Eugene “Gene” Cernan, l'ultimo uomo ad avere camminato sulla Luna. Tutti hanno impresso nella mente i primi passi sulla Luna. Luglio 1969. Neil Armstrong. Con lui Buzz Aldrin. Con loro Michael Collins che li aspetta in orbita lunare. Emozioni incredibili trasportate fino a noi direttamente dai protagonisti. Altri 10 astronauti hanno lasciato in seguito le loro impronte nella regolite, la polvere lunare.

 

 Il primo, Neil Armstrong, non si scorda mai. Ma neppure l’ultimo. Colui che ha chiuso dietro di sé il portello del Modulo Lunare, il “Challenger”, lo sfidante, era Eugene Cernan. La persona che per ultima ha osservato nel dicembre del 1972 i chiaroscuri dei crateri del nostro satellite chiedendosi chi e quando dopo di lui avrebbe ripetuto questa impresa. È una storia di passione scientifica, di profondità tecnologica e di forza, determinazione e coraggio umano. Forse non sapevi che… gli astronauti delle missioni Apollo rischiavano al rientro di rimbalzare sugli strati più alti dell'atmosfera terrestre, allontanandosi per sempre nello spazio.

 Stefano Oss: Responsabile del Laboratorio di Comunicazione delle Scienze Fisiche del Dipartimento di Fisica dell’Università degli Studi di Trento, fisico di mestiere da 35 anni. È convinto che la fisica sia talmente bella che non può restare prigioniera di un pezzo di carta stampata, di un sito web sconosciuto se non a pochi. Studia e fa ricerca su come raccontare le meraviglie della fisica. Stefano Oss è anche co-fondatore e parte attiva del progetto Jet Propulsion Theatre (www.jetpropulsiontheatre.org).

 Enrico Merlin: Musicista, compositore e storico della musica del '900. Nel ruolo di chitarrista e manipolatore sonoro ha partecipato a circa 50 produzioni discografiche e a molti Festival internazionali. È stato leader di diverse formazioni e più recentemente dei Molester sMiles, membro degli acclamati duetti Maledetti! con Valerio Scrignoli e di Frank Sinapsi, con Francesco Cusa. Dal 2015 al 2017 è stato eletto dai lettori della rivista Jazzit tra i 10 migliori chitarristi dell’anno.

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 luglio 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

21 luglio - 19:27

Dopo la boutade di Sgarbi che aveva definito il planetario “tre palle su un prato” ecco la mossa del Muse che incassa già alcuni endorsement importanti come quello dell’astronauta Samantha Cristoforetti: “Evento importante per la città di Trento e non solo”. Lanzinger: “Un unicum per tecnologia e innovazione”

21 luglio - 12:18

La storia della squadra di calcio che è diventata un esempio di inclusione e dialogo interculturale vista attraverso gli occhi di Youness Et-tahiri che per un anno ha giocato con il team di Trento e che adesso sta per trasferirsi in un altro club, ma che fa sapere: “Questo è solo un arrivederci”

21 luglio - 19:00

Il consigliere dei Verdi non ha votato il Prg ed è uscito dall'aula puntando il dito contro la maggioranza che ha accettato l'emendamento arrivato dai banchi della minoranza. "In una fase di cambiamenti climatici enormi, dove lo zero termico si alza sempre più e noi insistiamo con le politiche turistiche legate allo sci in luoghi che fra 10/15 anni non avranno più le condizioni per avere la neve"

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato