Contenuto sponsorizzato

Quel cromosoma in più che ti fa speciale

Domani, 9 marzo, e sabato al Teatro Portland va in scena per "La bella stagione" lo spettacolo di Arditodesio "Mio fratello rincorre i dinosauri", tratto dal libro biografico di Gioacomo Mazzariol. Sul palco Christian De Domenico, diretto da Andrea Brunello, fa vivere con intensità il cambio radicale di vita legato alla nascita di un fratello down. Un viaggio dentro una vicenda umana complessa e meravigliosa narrata con uno stile giovane e senza retorica

Pubblicato il - 08 marzo 2018 - 08:25

TRENTO. Sia domani, venerdì 9 marzo , che sabato 10 marzo alle ore 21.00 andrà in scena al Portland "Mio fratello rincorre i dinosauri" della compagnia Arditodesìo che vede protagonista l'attore Christian Di Domenico diretto da Andrea Brunello. La sceneggiatura dello spettacolo è tratta dall'omonimo libro biografico scritto dal giovane Giacomo Mazzariol; caso editoriale divenuto in pochissimo tempo uno dei best seller di Einaudi.

 

 Il libro è stato pubblicato nel 2016 e scritto quando Giacomo aveva solo diciannove anni; nel testo il ragazzo racconta della sua vita e del cambio radicale della stessa avvenuto a seguito della nascita del fratello Giovanni: bambino speciale con un cromosoma in più. Uno spettacolo che in modo delicato cerca di affrontare il tema della disabilità non dimendicando qualche sorriso e dei momenti di riflessione. Desiderio della pièce è anche quello di comprendere le persone diversamente abili, nel caso specifico affette dalla sindrome di down, per capirne l'approccio nei confronti della vita e la consapevolezza che hanno della loro condizione.

 

Senza retorica e con umanità si racconterà di una famiglia che ha dovuto ripensare il proprio approccio alla vita, scegliendo la via dell'amore familiare intrapresa dopo essersi posti quesiti profondi che talvolta possono anche mettere in discussione il rapporto con il prossimo.

 

 Dalle note di regia si legge: "Giacomo e Giovanni sono fratelli. Giovanni ha un cromosoma in più. Giacomo gli vuole bene ma… come come è difficile crescere con un fratello Down! Mio Fratello rincorre i Dinosauri è questo: la storia di come Giacomo impara a convivere con il cromosoma in più di Giovanni, e nel farlo anche noi spettatori siamo trascinati dentro una vicenda umana complessa ma meravigliosa. L’amore vincerà alla fine?

 Christian Di Domenico ha voluto raccontare questa storia dopo avere letto l’omonimo libro di Giacomo Mazzariol, best seller Einaudi. Perchè Christian è padre e anche lui, come tutti coloro che hanno figli, si sono chiesti un giorno: “e se mio figlio nascesse con un cromosoma in più?” Questo spettacolo non da’ risposte, ma apre e affronta il tema della disabilità con delicatezza e con candore, con simpatia, senso dell’umorismo ma anche con la consapevolezza che avere un figlio Down può diventare un problema.

 
 Dal diario di Christian leggiamo: “Un giorno Katia, la mamma di Giacomo e Giovanni, parlandomi del libro che narra le vicende della sua famiglia, mi ha detto: Io il libro lo vedo come un inno alla vita, alla fragilità che diventa forza, allo stupore, al lasciarsi cambiare e alle differenze che ci fanno essere tutti uguali, tutti parte di un’unica realtà”. Crediamo che queste siano le parole più semplici e più giuste per esprimere anche il senso di questo spettacolo e del nostro fare teatro, oggi."

 

 Dal diario di Christian Di Domenico si legge: "Mi capita spesso di soffermarmi a guardare persone (uomini, donne, bambini) affette da varie malattie oppure diversamente abili, per cercare di capire il loro approccio alla vita, dalle azioni semplici, quotidiane, all’incontro con gli altri; che tipo di relazioni hanno, quali passioni o desideri; come vedono se’ stessi, quale consapevolezza hanno della loro condizione.

 

 E poi, all’improvviso, mi accorgo che tutte queste domande dovrei rivolgerle a me stesso. A quel punto la faccenda si fa’ interessante e problematica allo stesso tempo. Sono disposto a riconoscere le mie mancanze, le mie lacune, le mie disabilità? Quanti amici ho e che relazioni ho con loro? Sono sincere, vive? Con quale metro di giudizio sono pronto a criticare o semplicemente valutare le vite degli altri? Per quale motivo riesco a vedere solo i loro difetti, ciò che a loro manca e non i loro pregi, le loro virtù?

 

 Poi succede di imbatterti in un video che qualche bullo adolescente ha voluto spedire su internet per vantarsi degli atti di crudeltà nei confronti di qualche malcapitato ragazzino disabile, handicappato, con sindrome di Down o semplicemente più debole e incapace di difendersi e ti chiedi: perché? Oppure di leggere su un giornale che negli ultimi quattro mesi, nel reparto di neonatologia di un ospedale di Bari, dove vivo, sono nati una bambina e un bambino con la sindrome di Down e in entrambi i casi i loro genitori hanno deciso di abbandonarli, mentre altre persone, successivamente, hanno scelto di adottarli. Perché?
Ho letto il libro di Giacomo Mazzariol: “Mio fratello rincorre i dinosauri”. Ho conosciuto lui e la sua splendida famiglia. La loro storia mi ha illuminato e mi è venuta voglia di raccontarla a modo mio. Così ho deciso di cominciare un nuovo cammino che mi aiuti a rieducare il mio sguardo disabile, affinchè riesca finalmente a vedere tutta la bellezza e l’amore che ogni essere vivente è in grado di ricevere e di dare. Senza pregiudizi e senza aspettative. Vedere e scegliere di amare."

 

 La Bella Stagione del Teatro Portland si arricchisce ulteriormente quest’anno con lo Spettatore Accorto, un percorso formativo gratuito parallelo alla  Bella Stagione. Un approfondimento tematico e formativo che inizia alle ore  19.30 ogni venerdì di programmazione della rassegna che si propone di presentare in modo leggero alcune visioni utili ad acquisire qualche piccolo strumento in più per diventare più ricettivi alla poesia della scena. Questa settimana lo studioso Enrico Piergiacomi sarà affiancato dal docente della scuola di Teatro Portland Paolo Vicentini nella conduzione dell’incontro.

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 04 luglio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

05 luglio - 10:19

Mentre a Bolzano si riparte oggi con i negozi aperti ad orario completo dopo due mesi di chiusura per il lockdown dando spinta all'economia, a Trento entra in vigore la legge di Failoni e Fugatti che stabilisce la chiusura dei punti vendita. 
E' scontro con il Comune, l'assessore Stanchina: "Ancora una volta una confusione terribile e danni economici per la città. L'Amministrazione farà di tutto per tutelare i propri commercianti"

05 luglio - 10:50

Nei normali reparti dei sette ospedali dell'Azienda sanitaria, nelle cliniche private e nella base logistica dell'Esercito appositamente attrezzata a Colle Isarco sono ricoverati complessivamente 5 pazienti affetti da Covid-19. Sono 6 le persone ospitate come casi sospetti 

05 luglio - 06:01

I numeri sembrano bocciare l'operazione ragionieristica dell'assessore nel criterio selezionato per licenziare il ddl commercio, quello delle chiusure domenicali e festive di supermercati e negozi. L'unica a salvarsi sarebbe Venezia ma solo perché ha pochi residenti. Nemmeno le grandi capitali europee come Londra e Berlino rientrerebbero nella lista di Failoni

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato