Contenuto sponsorizzato

Turismo, il presidente di Asat: ''Mancano ancora gli stagionali. La sopravvivenza degli hotel? Dipende da estate e ristori''

La curva epidemiologia è molto bassa, le terapie intensive Covid degli ospedali sono vuote e si punta sulla campagna. La sorveglianza resta fondamentale per mantenere sotto controllo il contagio e bloccare rapidamente eventuali catene di trasmissione. Battaiola: "Accordo con le farmacie per i tamponi, attenzione e sicurezza fondamentali"

Di Luca Andreazza - 02 luglio 2021 - 21:50

TRENTO. "Si cercano ancora gli stagionali ma ormai tante imprese sono destinate a entrare nel cuore della stagione estiva senza gli staff completi". A dirlo Giovanni Battaiola, presidente di Asat, che aggiunge: "Ci si muove nel solco delle direzioni già tracciate, ci si appoggia ai canali classici quali le piattaforme e quanto predisposto tra Agenzia del lavoro, categorie e sindacati Cgil, Cisl e Uil".

 

Ancora alle prese con la ricerca di personale e staff per la carenza degli stagionali (Qui articolo). Il comparto deve fare i conti con un 2020 difficilissimo e un 2021 praticamente azzerato a causa della recrudescenza autunnale dell'epidemia Covid che ha letteralmente spazzato via l'inverno e cancellato gran parte della primavera. Il motore del turismo è stato avviato e ora si punta su luglio e agosto, mesi solitamente da sold out o quasi per il Trentino.

 

La curva epidemiologia è molto bassa, le terapie intensive Covid degli ospedali sono vuote e la campagna vaccinale prosegue per cercare di coprire il maggior numero di cittadini possibile. La sorveglianza, però, resta fondamentale per mantenere sotto controllo il contagio e bloccare rapidamente eventuali catene di trasmissione.

 

A Levico e Riva del Garda sono stati allestiti i centro tamponi per turisti (Qui articolo). "In linea generale - dice Battaiola - abbiamo stipulato una convenzione con l'Ordine dei farmacisti per effettuare i test antigenici nelle farmacie e questo dà molta serenità e tranquillità ai clienti, ma anche agli operatori, per la capillarità del servizio. Altri territori, come Valsugana e Alto Garda, hanno inoltre strutturato un servizio ad hoc. L'importante è mantenere alta attenzione e sicurezza".

 

In Trentino è stato disposto il via libera anche ai test salivari, questa fase applicativa vede il coinvolgimento di 5 cooperative che gestiscono le attività estive; un progetto pilota per eventualmente estendere l'utilizzo di questi strumenti in particolare nelle scuole oppure in quei contesti frequentati da minori (Qui articolo).

 

Non si esclude comunque di allargare ulteriormente il raggio d'azione. "Se fosse ritenuto opportuno dalle autorità sanitarie - prosegue il numero uno degli albergatori - siamo pronti a proporre anche i test salivari. Siamo sempre disponibili a discutere con Pat e Apss per trovare le migliori soluzioni". 

 

Intanto confermati il Napoli Dimaro Folgarida e la Fiorentina Moena (Qui articolo), il Bologna Pinzolo, il Verona in Primiero e il Cittadella sull'Alpe Cimbra, spazio poi alle squadre nazionali sul territorio con vista sulle Olimpiadi, senza dimenticare l'organizzazione di eventi e manifestazioni dopo il blocco dell'anno scorso (Qui articolo). 

 

La campagna promozionale con la ripartenza nel segno di "Respira" è attiva da mesi tra operazioni offline e online, con gli spot televisivi già veicolati e numeri speciali monografici, come quelli in accompagnamento a Gazzetta dello sport e Sportweek (Qui articolo). Tutto in stretta sinergia con le varie Aziende per il turismo d'ambito.

 

"Il flusso è naturalmente migliore rispetto all'anno scorso, quando il lockdown è durato a lungo e c'erano maggiori incertezze con i mercati esteri praticamente bloccati. Il meteo di giugno ci ha aiutato e c'è tanta voglia di vacanza dopo un periodo particolarmente difficile tra restrizioni e limitazioni. Si rivedono gli stranieri - continua Battaiola - che ci raggiungono in particolare con il mezzo privato e le analisi delle richieste e delle prenotazioni indicano una buona reazione dei turisti".

 

La fiducia è alta. "I prezzi - dice il presidente di Asat - sono stati mantenuti invariati e in alcuni casi sono stati aumentati. I sistemi messi in campo per monitorare le prenotazioni ci restituiscono dati incoraggianti. Inoltre le regole sono semplici e chiare con anche l'introduzione del Green pass. La speranza è quella di allungare la stagione a settembre e magari a ottobre per riuscire a mettere da parte maggiore liquidità per gli investimenti".

 

L'ultima, piccola, ripresa, del comparto dopo un avvio dell'inverno 2019/20 da record e il lockdown è stata proprio nell'estate di 12 mesi. La ripartenza, però, si è rivelata forse più lenta delle aspettative: male giugno a -75,9% e segnali di avvio a luglio (-37,4%). Meglio agosto (-12,8%) e settembre (-13,1%), anche se il segno è stato irrimediabilmente a saldo negativo.

 

Poi la seconda ondata con (nonostante gli annunci) gli impianti mai attivati, Mercatini di Natale saltati ovunque, eventi messi in stand-by e mobilità ferma. Un colpo che può essere stato attutito solo in parte dalla forte connotazione stagionale del turismo sul territorio. La stima di Asat è di aver bruciato almeno 500 milioni tra marzo e agosto dell'anno scorso con crolli dei fatturati (Qui articolo). 

 

Un periodo di forte stress per imprenditori e strutture. Quale è può essere lo stato di salute dopo oltre un anno di emergenza Covid? "Speriamo che nessuno si trovi a dover chiudere i battenti ma i danni della crisi si possono conoscere solo superato l'autunno: molto dipende dall'andamento di questa estate, così come dall'ammontare dei ristori per contenere le perdite", conclude Battaiola.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 27 novembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
29 novembre - 13:35
Con una mail indirizzata “a tutto il personale provinciale (compresi direttori e dirigenti)” la Provincia cerca 120 volontari per seguire le [...]
Società
29 novembre - 14:01
Dopo la recentissima nomina a Sparkling Wine Producer of the Year 2021 da parte di The Champagne&Sparkling Wine World Championships, Ferrari [...]
Cronaca
29 novembre - 13:03
Non è ancora stata precisata la causa del decesso, se sia collegato a un incidente oppure a un malore. I soccorsi sull'Etna sono stati ostacoli e [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato