Contenuto sponsorizzato

Frana sul Sorapiss, il sindaco di San Vito: "Situazione sotto controllo ma ci aspettiamo altre scariche rocciose"

Il sindaco di San Vito di Cadore, il comune interessato dalla grossa frana sabato 9 ottobre: “La dolomia si sta sgretolando, si sa. Tra perturbazioni e cambiamenti climatici, questo processo sembra essersi accelerato"

Di Lucia Brunello - 11 ottobre 2021 - 16:45

SAN VITO DI CADORE. Sabato 9 ottobre, intorno alle 18.30, dalla Croda Marcora, cima che fa parte del Gruppo del Sorapiss, nelle Dolomiti bellunesi, si è verificato un grosso distacco capace di alzare un enorme polverone, così grande quasi da raggiungere il fondovalle. (Qui e qui due impressionanti video in cui si vede la frana).

 

Da allora si sono verificate altre scariche e la zona è strettamente monitorata. “La situazione è sotto controllo e i cittadini possono stare tranquilli”, dichiara a il Dolomiti il sindaco di San Vito di Cadore, Emanuele Caruzzo. Bisogna specificare, infatti, che i distacchi sono avvenuti a quote molto elevate, sopra una zona della valle in cui non vi sono paesi o abitazioni.

 

La frazione più vicina è quella di Chiapuzza, e più a Sud c’è San Vito di Cadore e per nessuno degli abitanti del comune è stata richiesta l'evacuazione. Al tempo stesso lì sotto passa la Ss51, che collega San Vito con Cortina d’Ampezzo, ragione per cui il fenomeno è monitorato con attenzione. C'è inoltre da segnalare, però, che la zona del Sorapiss non è nuova a distacchi rocciosi. 

 

“I tecnici della Provincia così come quelli della Regione hanno fatto dei sopralluoghi in elicottero - continua Caruzzo - e ora stiamo aspettando di sapere il risultato dei loro rilievi. Quasi sicuramente ci saranno altre scariche, ma non sappiamo quando”.

 

“Il polverone ha fatto molta paura, ma il distacco è avvenuto molto in alto. Sul momento sembrava si fosse staccata una grandissima quantità di materiale, ma il giorno dopo abbiamo constatato che si trattava di molto meno di quello che ci immaginavamo”.

 

La dolomia si sta sgretolando, si sa - spiega il sindaco - tra perturbazioni e cambiamenti climatici, questo processo sembra essersi accelerato. In ogni caso ribadisco che al momento la situazione è sotto controllo e possiamo rimanere tranquilli”.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione del 2 dicembre 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
06 dicembre - 12:48
Focolaio nell’Rsa di Pergine Valsugana: 5 positivi fra gli ospiti e uno fra i sanitari. Il presidente: “La procedura di controllo è scattata [...]
Cronaca
06 dicembre - 13:12
I carabinieri di Brunico hanno multato anche una collaboratrice e il titolare di un negozio di abbigliamento di Falzes la prima perché senza [...]
Cronaca
06 dicembre - 11:37
Rimane difficile anche la situazione negli ospedali del territorio con 98 i ricoveri in area medica, [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato