Contenuto sponsorizzato

Il comune nascerà nel 2020 ma Novella ha già eletto il suo consiglio: ecco i 15 giovani che traghetteranno la fusione

Cagnò, Revò, Romallo, Cloz e Brez (in Val di Non) tra due anni si uniranno in un'unica amministrazione ma grazie al Piano Giovani si è già formato un organo che potrà guardare al futuro e costruire le basi della nuova amministrazione: ecco gli eletti e i ruoli votati nella prima assise

Pubblicato il - 08 dicembre 2017 - 20:04

NOVELLA. A dar fiducia ai giovani si vince sempre. C'è da tenerlo a mente e da imparare dalle amministrazioni di Cagnò, Revò, Romallo, Cloz e Brez che, in vista della futura fusione nel più ampio comune di Novella, hanno lavorato alla creazione di un consiglio comunale ante municipio formato solo da giovani. Se Novella nascerà, infatti, il primo gennaio del 2020, dal primo dicembre 2017 la prossima amministrazione può già contare su uno strumento di partecipazione politica, di aggregazione sociale, di propulsione amministrativa: è nato, infatti, il consiglio comunale dei Giovani di Novella.

 

Un organo elettivo (le votazioni sono state fatte online dal 28 ottobre al 3 novembre aperte a tutti i giovani di età compresa tra gli 11 e i 24 anni) che si occuperà di traghettare i cinque comuni verso il loro futuro di amministrazione unitaria e che, potenzialmente, avrà delle vere funzioni di gestione visto che rimarrà in carica fino al 21 dicembre 2020, dunque un anno in più delle vecchie amministrazioni. E il primo dicembre è andata in scena nella Casa Campia a Revò, la prima, storica, seduta inaugurale del Consiglio.

 

Presenti sui loro banchi di lavoro, predisposti per l'occasione nella Sala degli Affreschi di Casa Campia, tutti i 15 neoeletti consiglieri: Alberto Iori, Ana-Maria Blaj, Annalisa Iori, Daniela Rossi, Daniele Paternoster, Gianpaolo Franch, Giorgia Gironimi, Krijstian Veselinov, Lorenzo Iori, Manuel Bertolini, Marika Mattevi, Paolo Iori, Pietro Angeli, Simone Rossetto e Simone Ruffini

 

Ha aperto la serata il Referente istituzionale del Piano Giovani Carez, Davide Pedri. Dopo una breve presentazione dei candidati sono intervenuti i sindaci del nascente comune di Novella. Ivan Dalpiaz per Cagnò, Yvette Maccani per Revò, Silvano Dominici per Romallo, Natale Floretta per Cloz e Remo Menghini per Brez. Belle e incoraggianti le parole rivolte ai giovani da parte dei loro sindaci che li hanno invitati ad essere concreti ed idealisti allo stesso tempo, ad imparare ad anteporre il noi all'io in questa società certamente più individualista rispetto al passato. Parole che hanno anche ben fatto sperare in una positiva collaborazione e dialogo tra i nuovi giovani "politici" e gli amministratori attuali che insieme sono chiamati a costruire l'identità del nuovo comune di Novella.

 

Dopo i momenti dei saluti e degli auguri la seduta è entrata nel vivo con la nomina, da parte del Consigliere Anziano, Franch, del segretario del gruppo, Damiano Salvaterra che ha preso subito posizione per mettere nero su bianco l'importante evento storico che stava accadendo. Si è passati, quindi, all'elezione del presidente e del vicepresidente, due cariche che avranno il compito di guidare il gruppo, di stimolarlo, di rappresentarlo all'esterno e di fare da collante tra lo stesso e le amministrazioni. Voto segreto per eleggere alla carica di presidente Alberto Iori (con 9 preferenze espresse) e a quella di vice Pietro Angeli (con 5 preferenze). 

 

Prima di chiudere i ragazzi hanno voluto già anticipare qualcosa dei temi sui quali vorranno lavorare, già a partire dalla ormai prossima Festa dei Diciottenni che si terrà il 17 dicembre, alle 18 a Cagnò. Accanto ai diciottenni saranno proprio i neoeletti consiglieri a guidare i lavori dei tavoli, sul modello del World Cafè, per far emergere tante proposte progettuali per il nuovo anno e la nuova stagione di politiche giovanili fatte attraverso il Piano Giovani di Zona Carez. Particolarmente interessati sembrano essere su tematiche quali turismo, ambiente, prodotti del territorio, musica, sport, spazi per i giovani e via di seguito.

 

L'intera serata è stata coordinata dal referente Tecnico-Organizzativo del Carez Alessandro Rigatti che ha esordito dicendo che questa sarà la prima, unica e ultima seduta ufficiale "guidata". Adesso la palla passa totalmente in mano ai consiglieriche dovranno agire con autonomia, con libero spirito di iniziativa, nell'assoluta libertà di ideazione e proposta. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 17 ottobre 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

19 ottobre - 17:44

Sono stati analizzati 1.521 tamponi, 79 i test positivi nelle ultime 24 ore. Il rapporto contagi/tamponi si attesa a 5,2%. Ci sono 6 classi in più in isolamento a causa dell'epidemia Covid-19

19 ottobre - 16:19

L'ordinanza della Regione Lombardia ha portato a rinviare le gare di Alto Garda, Bagolino e Caffarese, la Federcalcio trentina cerca una mediazione. Approfondimenti con i Comitati del Nord Italia per seguire linee guida omogenee 

19 ottobre - 17:04

Da questa attività è scaturito il successivo sequestro di tre fucili, due dei quali modificati per lo sparo con silenziatore e dotati di apparecchiature di puntamento di ultima generazione 

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato