Contenuto sponsorizzato

A Folgaria la gente scende in piazza per dire ''basta'' al sindaco (dopo che l'hanno fatto gli assessori)

Il primo cittadino Walter Forrer dopo le dimissioni in massa della sua giunta (che lo ha accusato di immobilismo) sta cercando di resistere procedendo con la surroga dei consiglieri e allora domani alle 18 alcuni cittadini si riuniranno sotto il municipio per manifestare

Di Luca Andreazza - 07 ottobre 2018 - 14:13

FOLGARIA. La fine peggiore. Abbandonato da chi aveva creduto in lui e spinto ad andar via dalla sua comunità. L'epilogo dell'amministrazione Forrer, a Folgaria, rischia di assumere i contorni della sconfitta più cocente e pare essere in linea con il percorso che l'ha portato fino a questo punto: ha il sapore dell'immobilismo, dell'incapacità di prendere una decisione in un senso o nell'altro. E dopo le dimissioni in massa della sua Giunta (QUI ARTICOLO) ora deve subire anche l'umiliazione di vedere la sua gente manifestare sotto il municipio chiedendogli di liberare quella sedia.

 

''Folgaria non si ferma'' è il titolo della manifestazione fissata per le 18 di domani davanti al Comune da un ''comitato dei cittadini'', ma è anche uno slogan che sa di critica e di scelta chiara: è un dire no alla situazione di stallo che, evidentemente per una parte di comunità, sta vivendo la cittadina da troppo tempo e un tornare a ''muoversi'' proprio per ripartire. "Diciamo basta alla politica del terrore - scrivono i promotori - all'immobilismo, alle continue consulenze e chiediamo lavoro serio per il bene della comunità".

 

 

Insomma una vera e propria ''manifestazione - scrivono - per chiedere la fine della disastrosa amministrazione Walter Forrer''. Lui intanto, dopo le dimissioni dei suoi assessori e della presidente del consiglio comunale, cerca di resistere. Non è ancora chiaro come ma con la surroga dei consiglieri potrebbe anche riuscire a costruire una nuova giunta e a preservare una maggioranza in aula che gli permetta di andare avanti. In molti, però, si chiedono con quale forza e per fare cosa visto il malumore che serpeggia sia tra i suoi (i suoi assessori se ne sono andati spiegando palesemente che la colpa dell'immobilismo è stata prima di tutto del sindaco) che dalle opposizioni (sempre più decise a porre fine a questa consiliatura).

 

Ai posteri (e alla manifestazione di domani, il cui esito potrebbe determinare il futuro prossimo di Folgaria) l'ardua sentenza

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
05 febbraio - 19:39
Dopo 25 anni dal tragico accadimento l’amministrazione sceglie di interrompere gli eventi pubblici per ricondurre le celebrazioni alla sfera [...]
Montagna
05 febbraio - 19:42
A causa del distacco di valanghe, si contano molte morti ma anche un numero elevato di persone travolte. Arianna Sittoni, 30enne di [...]
Cronaca
05 febbraio - 19:22
La testimonianza di un residente del comune nella bassa Val di Non: "Era già successo due settimane prima che avessero provato a entrare in [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato