Contenuto sponsorizzato

Bolzano, boom della Lega che ora potrebbe entrare in giunta con l'Svp (che perde oltre 10 mila voti)

Il Pd perde un seggio e da solo non riesce a garantire la maggioranza alla Südtirol Volkspartei. Ottimo risultato anche per l'ex grillino Köllensperger che supera il 12%. Flessione dei Verdi che comunque mantengono i 3 consiglieri. Forza Italia all'1% rimane fuori dal Consiglio Provinciale

Pubblicato il - 22 ottobre 2018 - 08:36

BOLZANO. Sono terminate le operazioni si scrutinio in Alto Adige. La  Südtirol Volkspartei è riuscita a rimanere primo partito a livello provinciale raggiungendo con 119.108 voti il 41,9%, superando quindi l'obiettivo del 40% che nelle scorse settimane il patito di Kompatscher si era dato. Il partito di raccolta sudtirolese ottiene 15 consiglieri

 

Rispetto il 2013, però, l'Svp ha perso oltre 12 mila voti e 2 consiglieri provinciali. La sorpresa di queste elezioni è arrivata, però, dal Team Köllensperger, dell'ex consigliere del M5S che è riuscito a raccogliere oltre 43 mila voti e a fare ben 6 consiglieri

Aumenta vertiginosamente la Lega, che raggiunge l'11,1% con 31.510 voti, conquistando 3 consiglieri. Nella scorsa tornata elettorale nemmeno esisteva, inserita all'interno di un raggruppamento di centrodestra, assieme a Forza Italia, che ottenne il 2,5%. Per quanto riguarda il partito di Salvini, a Bolzano città è riuscito a superare l'11% , superando l'Svp diventando quindi il primo partito nel capoluogo altoatesino. 

 

Nessun boom, invece, per i Verdi-Grüne-Verc che, anzi, arretrano passando dall'8,7% del 2013 al 6,8%, mantenendo i 3 consiglieri provinciali. Un calo più consistente viene invece registrato per i Freiheiltichen che si fermano al 6,2%

 

Dimezza i voti il Partito Democratico che passerà in Consiglio provinciale da due a uno solo consigliere avendo raccolto 10.806 voti (3,8%) rispetto ai quasi 20 mila del 2013. Per quanto riguarda gli altri partiti, Forza Italia raggiunge appena l'1% mentre il Movimento 5 Stelle ha raccolto 6.670 preferenze arrivando al 2,4%.

 

Ora cosa succede? Nella scorsa legislatura l'Svp - che perse nel 2013 la maggioranza assoluta che le garantiva l'autosufficienza per la formazione della giunta - dovette allearsi con il Pd che aggiunse alla compagine i suoi due seggi. Con il risultato di oggi il Pd ottiene però soltanto un seggio, insufficiente per garantire al maggioranza del consiglio provinciale, ovvero 18 consiglieri.

 

Per Kompatscher i profila dunque la necessità di trovare un alleato italiano e tutto sembra puntare sulla Lega. Difficile che i Verdi, forti di tre seggi,  possano essere considerati come possibili alleati. Quasi impossibile che si guardi a Köllensperger.

 

Un'alleanza con la Lega sarebbe già stata considerata negli scenari pre-elettorali: garantirebbe un collegamenti con il governo nazionale e pure con la Provincia di Trento, dove si dà per scontata la vittoria di Maurizio Fugatti.

Contenuto sponsorizzato
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 24 luglio 2021
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
In evidenza
Cronaca
25 July - 20:11
Trovati 27 positivi, nessun decesso nelle ultime 24 ore. Sono state registrate 15 guarigioni. Ci sono 5 pazienti in ospedale, nessuno in terapia [...]
Cronaca
25 July - 19:34
La tragedia in val di Sole. Purtroppo un giovane è morto per un malore, nonostante le tempestive manovre dell'istruttore e l'uso del [...]
Cronaca
25 July - 18:37
Il sindaco di Pinzolo, Michele Cereghini: "Per fortuna non ci sono feriti. Adesso procediamo con la somma urgenza per la messa in sicurezza e per [...]
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato