Contenuto sponsorizzato

Centrodestra, rimane il nodo della leadership. Claudio Cia ribadisce: "Il leader naturale è Fugatti"

Dopo le frizioni interne alla coalizione sul nome del candidato presidente Agire per il Trentino interviene per fare chiarezza: "Miglior profilo quello del deputato della Lega". Ma il tempo passa e la candidatura di Fugatti non è sicura

Di db - 09 luglio 2018 - 19:59

TRENTO. "Dopo oltre quattro mesi di incontri e riunioni questa settimana la coalizione indicherà il proprio candidato presidente - afferma, ma in fondo auspica, Claudio Cia - e per noi questo nome non potrà che essere quello di Maurizio Fugatti".

 

Il consigliere di Agire per il Trentino manda un comunicato stampa che non è difficile interpretare come 'puntualizzazione', come paletto ben conficcato per far capire alle forze di coalizione che non è più possibile ciurlare nel manico: si decida su Fugatti, perché il rischio è arrivare spaccati e forse anche dopo il candidato espresso dal centrosinistra. 

 

E sarebbe un'onta. Dal palco dell'assemblea provinciale di Agire, con Cia che vicino faceva sì con la testa, fu proprio Fugatti a dire che la differenza tra loro e gli altri, oltre che nelle idee, è sul fatto che non sono litigiosi come il centrosinistra

 

"A Maurizio Fugatti, attuale Sottosegretario alla Sanità a Roma, e prima leader dell’opposizione alla sinistra in Consiglio Provinciale - spiega Cia -  riconosciamo tutte quelle qualità necessarie per quel profilo che dovrà caratterizzare il prossimo Presidente per il Trentino". 

 

"In questi mesi la Lega, primo partito della Coalizione, ha promosso e agevolato il confronto con tutti i soggetti politici, sia locali sia nazionali, per dare vita a una Coalizione di Centrodestra Popolare Autonomista il più ampia e articolata possibile, affinché ad ​ ottobre il Trentino possa avere il Nuovo Governo che merita e sia il più rappresentativo possibile di tutte le istanze che caratterizzano il nostro meraviglioso territorio".

 

Un riconoscimento di leadership quasi naturale, che Cia contrappone - tra le righe - ai leader improvvisati o 'di minoranza' che qualcuno ha avanzato: Gios, Testor, addirittura Simoni di Progetto Trentino. "Nella nuova visione di governo del Trentino del Centrodestra Popolare Autonomista ci sarà spazio per tutti coloro che vorranno dare il loro apporto e sostegno", spiega il consigliere di Agire.

 

Spazio per tutti ma sotto la guida di Fugatti. "Ci attendono mesi impegnativi e sfide importanti, per tutto il Trentino, che riteniamo con la presidenza di Maurizio Fugatti, possano essere vinte". Una sottolineatura, come dicevamo, che tradisce una preoccupazione per le frizioni sulla leadership che in questi ultimi giorni emergono anche nel centrodestra

Video del giorno
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 20 settembre 2018
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

20 settembre - 19:44

Il consigliere provinciale lascia il centrosinistra. E' arrivato l'ok di Fugatti: "Non si tratta di un ex assessore o di chi ha avuto ruoli importanti all'interno del centrosinistra nella scorsa legislatura”

20 settembre - 20:31

Dei fantomatici ''Alcuni giornalisti dell'Ordine'' avrebbe depositato un esposto per un reato che non c'entra assolutamente nulla con quanto fatto da lui (''una leggerezza'', c'ha spiegato) ma qualche sito ha pensato di pubblicare le voci così come l'ha ricevute 

20 settembre - 18:39

C’è anche un progetto del Centro di biologia integrata dell’Università di Trento tra i sei programmi internazionali finanziati da una collaborazione tra Cancer Research Uk, Airc e Fc Aecc. L’obiettivo è quello di sviluppare un esame del sangue che aiuti a selezionare il trattamento da utilizzare nei pazienti con cancro alla prostata avanzato

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato