Contenuto sponsorizzato

Crocefisso negli edifici pubblici, famiglia uomo-donna, Valdastico, revisione del trilinguismo: Fugatti si presenta in consiglio

Nella relazione di inizio mandato il presidente della provincia ha presentato il suo programma per qualcuno di stampo reazionario. L'Università dovrà tornare a guardare più alla formazione e la ricerca al quadro economico. Le risorse? Agricoltura, turismo, energia, ambiente e foreste. I migranti? ''Basta con l'integrazione forzata''

Di Luca Pianesi - 27 novembre 2018 - 18:46

TRENTO. La famiglia? Uomo e donna votati ai principi e valori cristiani. La ricchezza del Trentino? Il territorio con agricoltura, turismo, energia, ambiente e foreste. La scuola? Revisione dell'intero progetto del trilinguismo lasciando maggiore elasticità agli istituti, crocefisso sulle pareti, anche degli altri edifici pubblici, e presepe a Natale. Università e ricerca? L'obiettivo è di distinguere più nettamente il ruolo formativo che compete all’Università e quello di supporto al sistema economico e dei servizi, che presuppone un sistema della ricerca più orientato alla ricerca applicata e alla risoluzione dei problemi.

 

E' il Fugatti pensiero, il Trentino che verrà. Per qualcuno un passo indietro, una sorta di ritorno ad una provincia da fine anni '80, per qualcun'altro la strada giusta verso un futuro comunque più attento alla tradizione. Quest'oggi il presidente della Provincia in consiglio provinciale ha fatto la sua relazione in merito a ''quello che verrà''. Cruciali i passaggi, sul piano culturale, sulla ''centralità della famiglia - così ha detto e scritto - formata da un uomo e da una donna, e i principi e valori cristiani che sono alla base della comunità trentina''. E in questo senso dopo aver ricordato Enrico Pruner (''noi siamo sì cittadini italiani, ma comunque di nazionalità trentina'') ha voluto ribadire che ''anche avvicinandoci alle feste natalizie, non possiamo non fare presente ai responsabili delle scuole trentine che il Natale dovrebbe essere ricordato nelle scuole con l’allestimento dei presepi, simbolo della nostra millenaria storia cristiana, e che nelle classi scolastiche, come in tutti gli uffici pubblici, non dovrebbe mancare il crocefissi''.

 

''Particolare attenzione dovrà essere riservata dalla nostra Giunta - ha aggiunto Fugatti parlando delle montagne - a stimolare la crescita e la diffusione dell’attività imprenditoriale, soprattutto locale, e con un occhio di particolare riguardo ai giovani. Rimanendo al tema dello sviluppo economico, è determinante il ruolo che la Provincia può svolgere, in particolare attraverso la promozione e l’accelerazione degli investimenti collegati alla realizzazione di opere pubbliche. Investimenti che dovranno coinvolgere tutto il territorio, e non concentrarsi solo sulle grandi opere, spesso appannaggio di soggetti esterni, estranei al nostro tessuto economico''.

 

E a proposito di opere pubbliche ''fra gli impegni principali che ci siamo assunti - ha detto - e che voglio brevemente ricordare: innanzitutto il sì alla realizzazione della Valdastico, oggetto di infinite discussioni a dimostrazione della miopia dimostrata dai precedenti governi provinciali. L'arteria è fondamentale per il collegamento con il Veneto e per ridurre traffico e inquinamento in Valsugana. Lo sbocco dell'arteria sulla A22 andrà elaborato con un tavolo concertatore tra rappresentanti di categoria, proprietari privati dei terreni e istituzioni, privilegiando l'uscita a Rovereto Sud''. E poi ha aggiunto che si punta a rendere tutta a doppia corsia la Ss47 la Valsugana e la terza corsia dinamica in A22, ritenuta fondamentale nelle giornate da bollino nero.

 

Sul tema trasporto pubblico ''sappiamo che oltre agli investimenti in infrastrutture e mezzi sempre più moderni e sicuri dobbiamo garantire al personale di svolgere al meglio il proprio lavoro - ha proseguito il presidente - prevenendo episodi di offese e anche di aggressioni vere e proprie. Per questo andrà intensificato il controllo a bordo, con videosorveglianza sugli autobus e con forze dell'ordine sui treni o in aree particolarmente difficili, al fine di dare sicurezza non solo agli operatori, ma anche all'utenza''.

 

E i migranti? ''Quanto al tema immigrazione e Cinformi - ha spiegato Fugatti - ci stiamo confrontando con gli uffici competenti. Di sicuro l’eccesso di assistenzialismo e integrazione forzata ricercato negli anni passati verrà a finire''.

 

 

 

Sulla scuola il piano del trilinguismo voluto da Ugo Rossi verrà revisionato per intero. Non si intende demandare tutto alla scuola ma ''pensiamo che la conoscenza e l'utilizzo delle lingue comunitarie possa essere raggiunta per strade diverse, anche attraverso attività aggiuntive facoltative e settimane linguistiche estive, in accordo con le scelte educative di ragazzi e famiglie. L’importante è l’obiettivo finale, non il castello di regole e di percorsi che si è costruito strada facendo. Per questa ed altre questioni, che attengono anche ai docenti, al ruolo dei dirigenti scolastici e così via, è necessario creare un organismo intermedio fra assessorato all'Istruzione e dirigenza scolastica che abbia funzioni tecniche e non politiche''. Mentre si punterà sulla ''formazione della storia e della cultura trentina nelle nostre scuole''.

 

Per la famiglia sono tante le proposte, ''che diventa ora urgente realizzare, ad esempio: l’abbattimento delle rette degli asili nido o di altre forme di custodia dei figli; agevolazioni per la frequenza degli asili nido aziendali; punteggi maggiori nei concorsi pubblici per donne con figli. Ci proponiamo di valutare la corresponsione di un assegno per ogni figlio, anche per anni successivi a quello di nascita, prendendo esempio da quanto già viene fatto in Francia, Germania e in altri paesi del Nord Europa. Ed ancora: vogliamo favorire i genitori con figli piccoli o con membri della famiglia bisognosi di cura nella conciliazione tra il ruolo familiare di cura e il ruolo lavorativo, tramite l'accesso a forme di telelavoro e di elasticità dell'orario di lavoro ed introdurre un "voucher" baby-sitter per servizi di cura dei bambini in caso di non uso di servizi di asilo nido''. 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 maggio 2020
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

26 maggio - 11:11

Kompatscher punta a far tornare i turisti tedeschi già dal 15 giugno: “Noi vorremmo offrire a tutti i turisti che vengono qui gratuitamente il test sierologico. L’Austria non decide chi entra ed esce dall’Italia, il transito del turista tedesco per raggiungere l’Italia non è nelle competenze di Vienna”

26 maggio - 06:01

Dopo la decisa presa di posizione di Cgil, Cisl e Uil ma anche quella dell'Upt, duri i consiglieri provinciali dopo che l'assessora Stefania Segnana è intervenuta per scaricare (ancora una volta) le responsabilità sui medici e ha attaccato il presidente Marco Ioppi

26 maggio - 10:43

La macchina del quarantenne è stata trovata a Roncjade al confine tra Veneto e Friuli Venezia Giulia e subito sono partite le ricerche con i soccorsi alpini di varie stazioni mobilitati

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato