Contenuto sponsorizzato

Il ministro Fontana a Trento, si annunciano contestazioni: ''La sua presenza è inaccettabile''

Il collettivo Transfemminista Queer organizza per lunedì 3 dicembre un presidio davanti al teatro Sociale. " Fontana è colui che nega l'esistenza delle famiglie arcobaleno, che da anni attacca la legge 194, che dipinge la Russia di Putin come un faro di civiltà e che ha proposto l'abrogazione della legge Mancino sull'apologia di fascismo"

Pubblicato il - 01 dicembre 2018 - 19:04

TRENTO. "La sua presenza è inaccettabile e la sua presa di parola insopportabile", scrive questo su Facebook il Collettivo Transfemminista Queer che chiede a tutti di scendere in piazza per contestare il ministro Lorenzo Fontana che lunedì inaugurerà il Festival della Famiglia al teatro Sociale. "Vi invitiamo a raggiungerci per far sentire forte la nostra voce contro uno dei più oscuri personaggi che siedono fra i banchi del governo Lega-M5S".

 

"Abbiamo sentito l'esigenza di essere presenti in piazza lunedì 3 dicembre in occasione dell'inaugurazione della settima edizione del Festival. Un festival - si legge nel documento - che è soprattutto un manifesto ideologico, con cui si celebra il nuovo corso del governo provinciale e la sua visione delle relazioni familiari: ruoli stereotipati e gerarchie tra donne e uomini, assoluta negazione di tutte quelle famiglie che non rientrano nel modello tradizionale eteropatriarcale, attacco a tutte le soggettività ribelli e non conformi".

"Ad aprire i lavori sarà 'niente di meno' che il ministro della famiglia e delle disabilità Lorenzo Fontana, il leghista veronese di riferimento per tutta l'area dell'estrema destra e del cattolicesimo fondamentalista. Fontana è colui che nega l'esistenza delle famiglie arcobaleno, che da anni attacca la legge 194, che dipinge la Russia di Putin come un faro di civiltà e che ha proposto l'abrogazione della legge Mancino sull'apologia di fascismo. Fontana è la sintesi perfetta di tutta la violenza che questa politica sta esercitando contro la libertà e i diritti delle donne, delle persone Lgbt, dei migranti, e di tutt* quelle soggettività che non si conformano al dogma di una società dio-patria-famiglia".

 

Sarà quindi  il ministro per la famiglia e la disabilità Lorenzo Fontana ad aprire ufficialmente la settima edizione del Festival della Famiglia, in programma a Trento dal 3 al 9 dicembre. La giornata inaugurale sarà al teatro Sociale, dalle 14 alle 18. Alle 16 è prevista la contestazione.

 

Contestazioni annunciate anche per l'arrivo del senatore leghista Simone Pillon, promotore dell'omonimo disegno di legge molto contesta dal movimento femminista e da molti operatori sociali del settore. Pillon sarà a Trento il 7 dicembre al palazzo della Provincia
 

Video del giorno
Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 20.20 del 08 Dicembre
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

09 dicembre - 16:56

Tra i dati sempre più drammatici del Paese, Bolzano e Trento restano i luoghi dove le donne hanno più figli (rispettivamente 1,74 e 1,49). I maschi trentini sono quelli del nord che hanno figli più tardi (35,8 anni). I nomi più diffusi in Italia tra i neonati sono Francesco e Sofia, in Trentino e Alto Adige cambiano

09 dicembre - 18:33

Soddisfazione all'Apt per il grande afflusso di turisti e visitatori tra le 92 casette del Mercatino e le 400 bancarelle della Fiera di Santa Lucia

09 dicembre - 05:01

Giovedì sera Jacob è rimasto vittima di un atto di razzismo mentre si trovava in piazza Cesare Battisti per bere un brulè con gli amici. Saputo quello che era successo l'assessore comunale Roberto Stanchina e la direttrice dell'Apt Elda Verones, si sono immediatamente messi in contatto con il ragazzo chiedendogli scusa

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato