Contenuto sponsorizzato

''Il nuovo segretario del Pd ha ricevuto incarichi dalla Provincia?''. Claudio Civettini interroga la Giunta

Una delibera gli affida l’incarico di studio e approfondimento. "Naturalmente questo non costituirebbe di per sé un fatto negativo". La questione è di opportunità politica

Di db - 09 aprile 2018 - 19:45

TRENTO. Nemmeno il tempo della prima uscita pubblica e il nuovo segretario del Partito Democratico è già oggetto di un'interrogazione del solerte consigliere Claudio Civettini che chiede lumi sugli incarichi professionali del dottor Giuliano Muzio, dipendente provinciale. 

 

"Un atto di richiesta per confermare o smentire incarichi professionalmente giustificati ma che, in caso di conferma, necessitano di trasparenza. Salvo un caso di omonimia - scrive infatti il consigliere - il Muzio di cui parla la determinazione del Dirigente del Servizio Istruzione è proprio lui".

 

Una delibera che gli affida l’incarico di studio e approfondimento relativo all'implementazione della Strategia di Specializzazione Intelligente della Provincia autonoma di Trento, con verticalizzazione tematica sull'area di specializzazione “Meccatronica”.

 

"Naturalmente - mette le mani avanti Civettini - ciò non costituirebbe di per sé un fatto negativo su cui effettuare alcun genere di insinuazione. Tuttavia - osserva - è bene che su questo aspetto, per una elementare ragione di trasparenza, venga fatta chiarezza".

 

Il consigliere chiede anche quali altri incarichi da parte della Provincia di Trento abbia ricevuto, e "con quali compensi".  Questo, spiega Civettini "non per diffidenza ma proprio, al contrario, nella certezza che dovrebbe essere proprio il neoeletto segretario del Pd trentino a chiarire la posizione, lecita e legittima ma oggidì messa eventualmente in discussione per evidente stato di opportunità politica". 

 

Una domanda legittima, e garantita dal potere ispettivo propria di ogni consigliere, come legittimo è il diritto di ciascuno di poter esercitare attivamente la politica pur essendo un dipendente pubblico. Ci mancherebbe altro. 

 

La questione semmai è sull'opportunità politica, come scritto anche da Civettini. Cosa che però non riguarda l'interrogazione e nemmeno la risposta che avrà da parte della Giunta. Sull'opportunità di un segretario che lavora gomito a gomito con gli assessori pd in Giunta, anche all'interno dell'assemblea che lo ha eletto il dubbio è serpeggiato

 

 

Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 21 novembre 2019
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

22 novembre - 05:01

Il consigliere pentastellato non ci sta: il manifesto va cambiato perché manda un messaggio sbagliato. "Non va inculcato nella testa dei bambini che il papà è un orco". Non si è fatta attendere la reazione di Non una di meno-Trento: "Per contrastare ogni discriminazione e fenomeno oppressivo dobbiamo guardare alla sua radice e non annacquare tutte le situazioni in riferimenti generici privi di contesto"

22 novembre - 08:22

Si tratta di Luca Bettega. Sul posto si sono portati i carabinieri e il medico legale. E' stata disposta l'autopsia per accertare le causa della morte 

21 novembre - 19:19

Per l'assessora provinciale competente questo sarebbe ''un segnale importante'' per aiutare chi quotidianamente convive con i problemi legati all'handicap eppure le variabili in gioco sembrano essere davvero troppe. La norma rischia di valere per pochissimi casi. Meglio sarebbe stato potenziare la legge nazionale che prevedere di favorire lo smart working per i genitori di figli disabili

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato