Contenuto sponsorizzato

Matteo Salvini rassicura Luca Zaia sull'Autonomia veneta: ''Entro fine mese dossier in Consiglio dei ministri''

Il vicepremier a margine di un incontro a Milano: "Entro l'autunno mi ero impegnato a fare il primo passaggio in Consiglio dei ministri sull'Autonomia"

Di L.A. - 19 novembre 2018 - 16:58

TRENTO. Il presidente Luca Zaia, rilancia l'autonomia del Veneto. E' trascorso un anno dal referendum del 22 ottobre 2017: un'affluenza complessiva del 57% e quasi il 98% di "Sì" per chiedere 23 competenza, ma soprattutto il federalismo fiscale, cioè i 9/10 delle tasse pagate dai veneti che dovrebbero rimanere in Regione.

 

Il governatore nei giorni scorsi è ritornato più volte sul tema: "Se non ci danno l'autonomia, siamo pronti a riempire le piazze".

 

Impegnato nella ricostruzione del Veneto, in qualità anche di commissario delegato per gli interventi a seguito del maltempo, e pronto a lanciare la stagione invernale nei comprensori sciistici, Luca Zaia incassa la disponibilità di Matteo Salvini, ministro degli interni.

 

Il vicepremier, reduce da un evento a Milano sull'iter per l'autonomia delle regioni rassicura Veneto e Lombardia.

 

"Entro l'autunno mi ero impegnato a fare il primo passaggio in Consiglio dei ministri sull'Autonomia. Manca un mesetto alla fine dell'autunno e quindi contiamo di rispettare anche questo impegno".


Contenuto sponsorizzato
Telegiornale
Ultima edizione
Edizione ore 19.30 del 25 gennaio 2021
Il DolomitiTg, le notizie della giornata in sessanta secondi. Cronaca, politica, ambiente, università, economia e cultura: tutte le news in un minuto
Contenuto sponsorizzato

Dalla home

25 January - 19:33

Sono 256 le persone che ricorrono alle cure del sistema ospedaliero di cui 41 pazienti sono in terapia intensiva e 40 in alta intensità. Oggi sono stati comunicati 3 decessi. Sono 13 i Comuni con almeno 1 nuovo caso di positività

25 January - 19:13

Il tribunale accoglie il ricorso della Filcams, Bassetti e Delai. "I diritti valgono per tutti i lavoratori, anche quelli più deboli. La Provincia, come ente appaltante, avrebbe dovuto pretenderlo: atteggiamento grave e inadeguato di piazza Dante"

25 January - 17:12

E' uno dei ponti più importanti che ci sono al confine tra Lombardia e Trentino. Siamo tra Lodrone e Bagolino e da anni il consigliere Marini chiede risposte alla Pat: ''L’unica realtà tangibile è che il ponte nuovo, ultimato nel 2017 al prezzo di alcuni milioni di euro pubblici, non è mai stato aperto, mentre quello del 1906 che tiene in piedi praticamente tutto il traffico abbisogna di interventi urgenti perché ormai cade a pezzi''

Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato
Contenuto sponsorizzato